Piccolo è meglio

20 storie italiane di grandi “imprese” su piccola scala. Quando le dimensioni, le persone e la qualità della vita contano. Prefazione di Ilvo Diamanti di Chiara Spadaro

Prezzo: 12,50

Un libro che racconta 20 storie di imprese, produzioni e progetti “minimi” e che descrive un modello economico e sociale proiettato “in direzione ostinata e contraria” rispetto al mainstream: quello delle produzioni agricole contadine, delle filiere corte, delle reti locali, delle imprese lillipuziane, dei piccoli Comuni virtuosi, dell’informazione indipendente, dei comitati contro lo scempio del paesaggio, delle “piccole opere”, del crowdfunding, dell’economia delle relazioni, infine, per usare un’espressione sintetica.

Qualche esempio. Una cooperativa agricola di proprietà di tutti che produce pasta bio pagando il giusto i suoi contadini, una “città visibile” e senza rifiuti, una fabbrica di cemento sottratta alla mafia, le forme di “piccola distribuzione organizzata”, una Confindustria “etica” in Val di Susa, un documentario indipendente e altre imprese finanziate dal basso, un pescatore senza strascichi, i “folli” viaggi del turismo responsabile, le cooperative incarcerate, i ristoranti con l’anima e il cibo equo che viene da lontano, la banca che oggi finanzia l’Italia dell’economia solidale. E tante altre minuscole storie.

“Piccolo ed etico contro il mercato imperante”. Leggi l’intervista a Chiara Spadaro sul blog “Piccole grandi imprese” di Luca Pagni, su repubblica.it

Parlano del libro:

http://www.ottoetrenta.it/societa/piccolo-e-meglio-percorrendo-la-filiera-del-grano/ (Rende, Cs)
http://www.lanotiziaweb.it/10/11/2012/piccolo-e-meglio-20-storie-di-piccole-grandi-imprese-raccontate-alla-bottega-stesso-sole/ (Cerignola)

Confidenze tra amiche (N°48, dicembre 2012)

Ilcucchiaio.it

Gli autori

Chiara Spadaro

Laureata in Antropologia culturale e da dieci anni scrive per il mensile Altreconomia, occupandosi principalmente di tematiche ambientali e so- cio-culturali. È autrice di numerosi libri, tutti pubblicati da Altreconomia edizioni: “Il frutto ritrovato. Mappa della biodiversità in Italia: vademecum per scoprire e salvare semi e frutti dimenticati” (2010); “Adesso pasta! Guida alla pasta biologica, artigianale, equa e so- lidale, al giusto prezzo. Storie di farina, acqua e produttori resi- stenti” (2011, vincitore nel 2013 del premio del Museo naziona- le delle paste alimentari); “Piccolo è meglio. 20 storie italiane di grandi ‘imprese’ su picco- la scala. Quando le dimensioni, le persone e la qualità della vita contano” (2012); “Vademecum per la biodiversità quotidiana. Manuale per seed savers: custodire sul balcone e nell’orto semi e piante dimentica- te” (2013); “Il pane e la madre. Ricette e farina del nostro sacco per un pane buono, bio e sociale” (2014); “Il filo di canapa. L’eco-pianta del futuro” (2016, prima edizione); “Il pane fatto a mano. Pasta madre, grani antichi e filiere cor- te” (2017). Nel 2013 ha ricevuto i premi di giornalismo Penna d’oca, Alfio Menegazzo e l’Agricoltura civica award.