Le cose che abbiamo in Comune

Il bilancio sociale e partecipativo come strumento di democrazia e trasparenzaL'esperienza del comune di Capannori A cura di Alessio Ciacci, Matteo Garzella e Giulio Sensi

Prezzo: 12,00

Libertà è partecipazione: l’esperienza del bilancio sociale e partecipativo nelle pubbliche amministrazioni

 
Il bilancio partecipativo è un processo democratico utilizzato dalle amministrazioni pubbliche -ormai in tutto il mondo- per colmare la distanza tra istituzioni e cittadini e rendere questi ultimi protagonisti delle scelte che riguardano il loro territorio. Questo libro è dedicato in primis a sindaci, assessori e altri pubblici funzionari, ma anche a tutti quelli che -nel non profit, in un’impresa sociale- hanno una responsabilità nei confronti di una comunità, piccola o grande che sia. 
“Le cose che abbiamo in Comune” racconta l’esperienza del bilancio socio-partecipativo nel Comune di Capannori (LU), ma soprattutto spiega -in concreto- come avvicinare i cittadini alla “vita amministrativa” e alle scelte di bilancio della propria amministrazione, creare comunità, tessere nuove relazioni sociali, promuovere una cultura dei beni comuni.
Alessio Ciacci, assessore all’Ambiente e alla Partecipazione del Comune di Capannori. È stato nominato “Personaggio Ambiente Italia” per il 2012.
Matteo Garzella, progettista, formatore e facilitatore, da anni collabora con enti locali e realtà non profit nei settori 
della partecipazione e della rendicontazione sociale. 
Giulio Sensi, giornalista, autore e direttore della rivista “Volontariato Oggi”; ha lavorato per enti pubblici, Ong, realtà del Terzo settore; collabora con Altreconomia e altre riviste.
Ha scritto per Altreconomia “Tra il dire e il welfare” (http://www.altreconomia.it/site/ec_articolo_dettaglio.php?intId=196) e “Informazione, istruzioni per l’uso”