Altre Economie

Non si butta via niente

Prevenzione, riutilizzo e riciclo dei materiali sono una bussola che orienta l’attività di chi si muove in direzione dello spreco zero

Tratto da Altreconomia 132 — Novembre 2011

Prevenzione, riutilizzo e riciclo dei materiali sono una bussola che orienta l’attività di chi si muove in direzione dello spreco zero. Da un po’, “Spreco zero” è anche un marchio, promosso da Last Minute Market (www.lastminutemarket.it), la società –spin off dell’Università di Bologna- la società che opera per sviluppare progetti territoriali volti al recupero dei beni invenduti (o non commercializzabili) a favore di enti caritativi.
Quest’anno hanno aderito al marchio l’ultimo Festival della letteratura di Mantova (mentre il Festival di Internazionale lo aveva fatto nel 2010). Da poche settimane, invece, c’è una prima azienda italiana che ha certificato tutta l’attività. È Alce Nero & Mielizia (www.alcenero.it), che dopo aver certificato i due caffè aperti tra fine 2010 ed inizio 2011 a Cesana (Fc) e Bologna, ha scelto di “ispirare” ai principi del rispetto della risorse anche gli uffici e la mensa aziendale, dall’utilizzo di energia di fonti rinnovabili (in parte autoprodotta) all’uso di acqua di rete (meno 60mila bottigliette, nel 2011, solo nei due caffè).

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia