Altre Economie / Varie

Milano, al via la World Fair Trade Week

Il calendario degli eventi in programma dal 22 al 31 maggio 2015 nel capoluogo lombardo: dalla World Fair Trade Organization (WFTO) Biennal Conference a Milano Fair City, passando per il Fair Trade Symposium e la Fair & Ethical Fashion Show. A organizzare tutte le iniziative WFTO e Equo Garantito. Altreconomia è media partner

Tratto da Altreconomia 171 — Maggio 2015

La chiamiamo “settimana” ma saranno dieci giorni. Intensissimi e ricchi, costituiscono  il più grande evento di commercio equo e solidale mai realizzato al mondo. Ecco la World Fair Trade Week 2015, a Milano a fine maggio: nella città di Expo, il movimento del fair trade internazionale si dà appuntamento per dire la propria su diritti, giustizia, ambiente, sovranità.
Un appuntamento da non perdere, dove protagonisti saranno tutti quelli che -da decenni ormai- lavorano per un’economia e un mondo più giusti. Nel Nord come nel Sud del mondo: saranno infatti i produttori, provenienti da 30 Paesi, i veri “ospiti speciali” della Settimana organizzata dalla World Fair Trade Organization (wfto.com) e dall’Assemblea generale italiana del commercio equo e solidale (AGICES, www.equogarantito.org).

“Il commercio equo e solidale  -si legge nel “Manifesto” che spiega il senso della Settimana, ndr- è nato negli anni 60 per promuovere un sistema economico fondato su principi di giustizia -prezzi equi, migliori condizioni di lavoro, rapporti commerciali trasparenti- e permettere ai produttori del Sud del mondo economicamente emarginati di migliorare la loro vita e quella delle comunità. […] Il focus della Settimana consisterà nel rendere visibile il senso profondo ed innovativo del commercio equo e solidale, anche tramite la presenza in città di centinaia di agricoltori, produttori e piccole imprese da tutto il mondo. […] la World Fair Trade Week  e i suoi contenuti, sviluppati in 50 anni di esperienza in tutto il mondo dal movimento del commercio equo e solidale, saranno rilevanti nel dibattito globale sulla produzione e la distribuzione del cibo che rischia però di non tenere in considerazione il punto di vista dei piccoli produttori e dell’economia solidale.
Il concetto di “responsabilità” attraverserà tutta la Settimana, rendendo visibile come le organizzazioni di commercio equo e solidale garantiscano l’eccellenza del prodotto, una filiera commerciale virtuosa e uno sviluppo che possa davvero “nutrire” il mondo”.


 

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia