Ambiente

ll G77 spinge per una strategia comune del Global South

Cina e G77 chiamano ad una maggiore collaborazione tra i Paesi in via di sviluppo in vista della Conferenza delle Parti Onu sul cambiamento climatico che si terrà a Cancun il prossimo dicembre. L”obiettivo è quello di avere una posizione…

Cina e G77 chiamano ad una maggiore collaborazione tra i Paesi in via di sviluppo in vista della Conferenza delle Parti Onu sul cambiamento climatico che si terrà a Cancun il prossimo dicembre. L”obiettivo è quello di avere una posizione condivisa in grado di riequilibrare il percorso dei negoziati, soprattutto dopo la proposta di lavoro emersa dallo scorso momento negoziale che si è tenuto a Bonn nell’agosto scorso.
Il 4 ottobre scorso, all’inizio dei lavori negoziali che si stanno tenendo a Tianjin in Cina, la presidente del AWG-LCA (Ad hoc working group on Long-Term Cooperative Action), la signora Margaret Mukahanana-Sangarwe dello Zimbabwe, ha sottolineato come da Tianjin dovranno uscire proposte capaci di rilanciare il negoziato in vista di Cancun.
Sulla proposta l’ambasciatore Abdullah M. Alsaidi dello Yemen, parlando a nome del G77 e la Cina hanno dichiarato che il gruppo sta ricercando una strategia comune per condizionare le decisioni che verranno prese a  Cancun che dovranno focalizzarsi su un accordo globale ed ambizioso e giuridicamente vincolante.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia