Altre Economie

L’italia comincia da Sud

Dalla Sicilia Occidentale alla Basilicata, due viaggi per scoprire un’Italia nascosta, quella che lavora le terre confiscate alla mafia e che costruisce economie solidali a Matera

Tratto da Altreconomia 100 — Dicembre 2008

Un viaggio lontano dai bagliori eccessivi delle feste è possibile. Per un inizio d’anno sobrio e responsabile nel nostro Sud Italia, Viaggi Solidali -operatore di turismo responsabile- propone un  itinerario in Sicilia occidentale. È pensato per visitare luoghi culturalmente e storicamente importanti, ma non sempre conosciuti o valorizzati. Il “valore aggiunto” è dato dall’incontro con persone che lottano quotidianamente contro la mafia e che credono in uno sviluppo sostenibile in Sicilia. Si visitano il centro storico di Palermo, i mercati e i principali luoghi di interesse storico e artistico, il duomo di Monreale (Pa) e il piccolo borgo marinaro di Selinunte (Tp). E la Piana degli Albanesi, dove ancora oggi si parla l’antico dialetto e si conservano usi e costumi portati dalle popolazioni albanesi che si sono insediate qui anticamente.
Si incontrano alcuni testimoni sopravvissuti alla strage di Portella della Ginestra (Pa), del 1° maggio 1947, quando vennero uccisi manifestanti radunati in occasione della festa del lavoro. E si fa visita ai giovani che lottano contro la mafia sulle orme di Peppino Impastato, ucciso dalla mafia a Cinisi (Pa) nel 1978.
La cena di capodanno è presso l’agriturismo “Portella della Ginestra”, gestito dalla cooperativa sociale Placido Rizzato che lavora su terreni confiscati alla mafia, producendo olio, vino e legumi.
Il viaggio è previsto per gruppi di massimo 8 persone. La durata è di 5 giorni, dal 28 dicembre al 01 gennaio 2009. Il prezzo è di circa 425 euro, più 135 euro per la cassa comune dei pranzi in loco. La quota non comprende il viaggio a/da Palermo. Per informazioni: info@viaggisolidali.it; tel. 011-43.79.468. Per prenotazioni: www.viaggisolidali.it/formIscrizione.php?id=889

Tre giorni tra i Sassi
L’associazione “Il Vagabondo” organizza periodicamente dei fine settimana di turismo responsabile a Matera, con l’obiettivo di rafforzare l’economia solidale locale.
Un fine settimana di visita, di incontro e di conoscenza reciproca reso possibile dalla collaborazione tra il gruppo d’acquisto solidale locale, l’associazione “Loe” -che gestisce la  bottega del commercio equo solidale- e di altre realtà materane.
Una parte del ricavato è devoluta alla nascita di uno spazio sociale per attività, incontri ed eventi organizzati dalla comunità locale.
Durante il weekend si visitano gli storici Sassi, il centro storico della città che è patrimonio dell’Unesco, e i quartieri fuori dai Sassi. Vengono proposte soste-incontro con artigiani locali e proiezioni di video documentari. Si degustano vini, formaggi e salumi lucani e si partecipa alle cene sociali organizzate dal Gas. A questo si aggiungono eventi e incontri spontanei che variano di volta in volta. Il viaggio dura 3 giorni. I posti sono limitati e  la quota di partecipazione è di circa 140 euro. La quota comprende visite ed escursioni, pasti, proiezioni, degustazioni, incontri, assicurazione e tessera associativa a “Il vagabondo”. Non comprende il viaggio a/da Matera, il pernottamento (bed & breakfast o case dei soci) e i trasporti locali (ma di base si gira a piedi). Per maggiori informazioni: tel. 320-68.99.346; skype: ilvagabondo.org; e-mail: info@ilvagabondo.org; www.ilvagabondo.org

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia