Altre Economie

Libera l’acqua, libera la democrazia

Il 24 e 25 aprile, due giornate di mobilitazione in tutta Italia per liberare l’acqua. A tre anni dalla storica data di avvio della raccolta firme per il referendum, il Forum italiano dei movimenti per l’acqua promuovere iniziative sul territorio. E la ri-pubblicizzazione è in corso

Per due giorni, il 24 aprile e nell’anniversario della Liberazione, i comitati territoriali per l’acqua bene comune si mobilitano in tutta Italia per riaffermare la liberazione del servizio idrico dalle logiche di profitto come deciso dagli italiani il 12 e 13 giugno 2011.

"Lo facciamo -spiega un comunicato stampa del Forum italiano dei movimenti per l’acqua– nella giornata simbolica della Liberazione perché sappiamo che l’aspirazione ad una società giusta, equa e libera dalla dittatura è stato ciò che ha mosso la resistenza e, i suoi stessi principi, hanno continuato a vivere in tutte le lotte sociali, di generazione in generazione.


Come abbiamo fatto 3 anni fa, quando iniziammo la raccolta firme per il referendum, prendiamo questa come data simbolica per affermare che quella battaglia è stata vinta ma la guerra è ancora lunga".

In questi due giorni di mobilitazioni, i comitati attivit su tutto il territorio nazionale informeranno i cittadini in merito alla tariffa del servizio idrico integrato, che avrebbe dovuto abolitare la remunerazione del capitale investito dal conto della bolletta, ma è stata "ricalcolata dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas [che] ha semplicemente nascosto sotto un’altra definizione quello stesso meccanismo".

"
Sappiamo -spiega il Forum- che questi sono giorni difficilissimi, dovuti alla situazione istituzionale ma, ancor di più, di fronte ad una crisi economica e sociale che sta facendo precipitare il Paese. Per questo ci mobilitiamo ancora un volta contro le gestioni private, la ‘tariffa-truffa’ dell’Aeeg e per l’applicazione dell’esito referendario, cercando sempre la massima cooperazione e relazione con chi si batte per la difesa dei beni comuni e le altre lotte sociali.

 Sappiamo che è ora di riaffermare gli ideali e le speranze che portarono alla liberazione e costruire, oggi, un’alternativa necessaria. Liberiamo l’acqua!".

A questo link la lista delle mobilitazioni

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia