Obiettivo / Approfondimento

La rivoluzione delle rinnovabili

Nel 2009 l’Italia decise di tornare al nucleare, con la costruzione di 4 nuove centrali, per una potenza complessiva di 6.400 MW. Nel 2011, quella decisione venne bocciata da un referendum popolare: fermato lo spreco di oltre 20 miliardi di euro. Tra il 2013 e maggio 2016, sono state messe fuori servizio centrali termoelettriche alimentate da gas e carbone per una capacità complessiva di 9.338 MW

Tratto da Altreconomia 184 — Luglio/Agosto 2016
La Fattoria eolica di Santa Luce, nel pisano. Dotato di 13 aerogeneratori, è il più grande parco eolico installato in Toscana. “Copre” il fabbisogno elettrico di 22mila nuclei domestici - © Ugo Salvoni/FERA (Fabbrica Energie Rinnovabili Alternative)
La Fattoria eolica di Santa Luce, nel pisano. Dotato di 13 aerogeneratori, è il più grande parco eolico installato in Toscana. “Copre” il fabbisogno elettrico di 22mila nuclei domestici - © Ugo Salvoni/FERA (Fabbrica Energie Rinnovabili Alternative)

Foto di Ugo Salvoni/FERA - Fabbrica energie rinnovabili alternative

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia