Altre Economie

In diretta da Blockupy Frankfurt

La protesta di Blockupy a Francoforte, davanti alla Banca Centrale Europea, è variopinta e festosa, ma anche molto determinata. La situazione ha dei tratti surreali, davanti ai manifestanti che cantano e ballano, scandendo slogan come “This is what democracy looks like!”, c’è uno schieramento imponente di forze dell’ordine.

Piazza Willy Brandt è militarizzata, la polizia in assetto antisommossa. Si possono contare almeno 50 camionette a presidiare le vie di accesso, cannoni ad acqua, centinaia di agenti che cercano di bloccare i gruppi di dimostranti. C’è anche un reparto speciale di “Polizei Communicator” che avvisa con il sorriso sulle labbra i manifestanti seduti “guarda che se rimani qui, noi ti arrestiamo”. E in questo clima paradossale, la statua simbolo dell’euro troneggia significativamente su tutti, polizia e manifestanti.

Aggiornamento dell 13.00 del 18 maggio 2012
"Io sto bloccando le banche, anche voi?". Il cartello esposto da uno degli attivisti di blockupy Frankfurt sintetizza alla perfezione quanto sta accadendo in queste ore nel cuore del distretto finanziario di Francoforte. Alcune centinaia di dimostranti, forse mille, in buona parte molto giovani, hanno preso d’assedio in maniera del tutto pacifica e colorata la Willy Brandt Platz, dove ha sede la Banca Centrale Europea (BCE) guidata dall’italiano ex Goldman Sachs Mario Draghi. Un’istituzione ritenuta tra le principali responsabile della crisi e delle politiche di austerità che attanagliano, e chissà per quanto  tempo lo faranno, l’Europa. I gruppi di manifestanti sono frammentati nei numerosi punti di accesso alla piazza. C’e’ chi suona, chi scandisce slogan contro il capitalismo e chi tiene un’assemblea improvvisata. A "prendersi cura" interi plotoni della polizia in assetto antisommossa, cinquanta camionette, di cui almeno due dotate di cannoni ad acqua, e transenne ovunque. Insomma, anche i tanti cordoni delle forze dell’ordine sembrano aver occupato la BCE, che infatti e’ chiusa, così come tutte le banche del centro cittadino. Quest’ultima costituisce senza dubbio una vittoria per Blockupy, che pero’ si e’ vista vietate tutte le iniziative previste per questi giorni, eccezion fatta per la manifestazione in programma domani. Ieri molti attivisti, tra cui una cinquantina di italiani, sono stati arrestati allorché la polizia ha deciso di interrompere le proteste. Fino all’ora di pranzo le forze dell’ordine non hanno forzato i blocchi. Ma la giornata e’ ancora lunga e già si preannunciano altre azioni in differenti punti della città.

Segui la diretta twitter di Luca Manes qui sotto o su twitter a questo link.
#Blockupy Frankfurt

 

 

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia