Altre Economie / Opinioni

La miopia dei sostenitori del “capitalismo dal volto umano”

Lo “sviluppo sostenibile” è una mano di vernice che si è dato un capitalismo decrepito e aggressivo. Che festeggia il “superamento della crisi” in base a un decimale di Pil. Ma i tempi sono maturi per organizzare una nuova società. Le idee eretiche di Roberto Mancini
Tratto da Altreconomia 197 — Ottobre 2017
L’ideologia dello “sviluppo sostenibile”. È quella che sempre più viene utilizzata dagli apologeti, dagli economisti conformisti, dai collaboratori di vario genere del capitalismo globale e da tanta gente in buona fede per convincersi e convincere del fatto che possiamo “aggiustare” gli effetti del sistema economico sul Pianeta. Con grande disinvoltura si saltano completamente la questione del mutamento radicale di paradigma nel concepire la società e l’economia, la questione della giustizia, la questione della cooperazione solidale tra i popoli (anche quelli...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia