Altre Economie

“Expòpoli(s)”, capire la speculazione giocando

Per la Befana regalatevi il gioco da tavolo di OffTopic, una variante di "Monopoli" che aiuta a capire le mosse di amministratori, banche e imprese di costruzioni in vista dell’Expo 2015 di Milano. Dopo averne capito il funzionamento andate sul sito inventati.org/expopolis: avrete la possibilità di modificare il tabellone per "parlare" della (e alla) vostra città 

"Lo scopo del gioco è di trarre profitto, affittando, comperando e vendendo le proprietà situate nella metropoli, sino a diventare il giocatore più ricco e, possibilmente, il monopolista della rendita fondiaria".
Il gioco che potrete mettere nelle calza della Befana si chiama “Expòpoli(s)”, ed è una variante (parola cara, a chi si occupa di tutela del paesaggio) del vecchio "Monopoli". Il tabellone è stato "modificato" dal Lab. OffTopic (pianoterralab.org), applicando nomi, dati e contenuti che fanno riferimento al maxi evento che dovrebbe tenersi a Milano nel 2015.
Leggendo il regolamento, disponibile in rete, si scopre così che la vendita delle case spetta solo a BancaIntesa, ed è fortemente consigliato assicurarsi terreni (Cascina Merlata, Fiera), servizi ed anche imprese (A2a, MM).
Ci sono anche “imprevisti” e “probabilità”, tra cui quella di finire a San Vittore.
Si parte dalla casella del “Via!.. da Expo 2015”, mentre i giocatori (da due a sei) potranno muovere sul tabellone pedine che rappresentano il sindaco di Milano Giuliano Pisapia e il Commissario straordinario all’evento Roberto Formigoni, ma anche Compagnie delle opere o Cmc (cooperativa ravennate, che ha vinto una delle prime gara assegnate da Expo 2015 spa).
La dinamica è semplice: "Quando il segnalino si ferma su un terreno, quartiere, stazione o impresa pubblica che non è ancora di proprietà altrui, il giocatore può comperarlo dalla Banca (che per comodità chiameremo d’ora in poi..Intesa), pagando il prezzo segnato sulla casella relativa: altrimenti la proprietà viene subito messa all’asta e ceduta al maggior offerente…lo squalo di turno insomma".
Tutto ruota intorno alla rendita fondiaria e al ruolo della banca, da cui dipende ogni mossa.

“Expòpoli(s)”, però, non vuole essere solo (e necessariamente) un "gioco da tavolo milanese". Per questo, OffTopic ha creato un sito dove chiunque -cittadino, comitato, associazione- può creare, con l’aiuto di semplici istruzioni, la versione di “Expòpoli(s)” della propria città, stampando infine una copia del gioco che racconta il proprio territorio: "Un’occasione per raccontare le ferite aperte della metropoli senza rinunciare ad una comunicazione ludica alla portata di tutti".

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia