Diritti / Opinioni

Il “diritto antiumanitario” che ha minato la nostra civiltà

La quasi strage di Macerata e l’omicidio di Firenze sono forse l’ultima chiamata: intorno all’immigrazione si gioca una sfida decisiva
Tratto da Altreconomia 203 — Aprile 2018
Quanto vale la vita umana oggi in Italia? E quanto vi è radicato il principio d’uguaglianza? Domande che si impongono quando un “pizzicagnolo” di Macerata, citato in compiacenti resoconti giornalistici, commenta la mancata strage di Luca Traini  del 3 febbraio scorso (sei persone di pelle nera ferite a colpi d’arma da fuoco), con parole tanto complici quanto ciniche: “Però non si spara così, poteva colpire qualcuno…”. E quando un mese più tardi, a Firenze, media e istituzioni, Procura in testa,...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia