Altre Economie

“Dalla strada” alle Nazioni Unite

Il progetto promosso da Equiverso, nuova realtà del commercio equo e solidale italiano, legata all’esperienza di "Economia di comunione", verrà presentato il 3 febbraio al Consiglio economico e sociale dell’Onu, nell’ambito di un’iniziativa dal titolo: “Sradicamento della povertà: sviluppi in corso nell’Economia di Comunione nella libertà”. Altreconomia ne ha raccontato la storia sul numero 132

L’evento si colloca nell’ambito della 50esima sessione della Commissione per lo sviluppo sociale, che si terrà dal 1 al 10 febbraio 2012 presso le Nazioni Unite.
L’evento è organizzato dalla ONG New Humanity, in collaborazione con la International Association of the Economy of Communion. Dopo una presentazione dell’EdC e della sua prospettiva sullo sviluppo e sulla povertà, verranno presentate alcune esperienze di imprese aderenti all’Economia di Comunione, e fra queste Equiverso soc. coop.
Marco Bracco, presidente della cooperativa, riassume così il progetto: «“Dalla Strada” è un progetto profondamente innovativo, nato nel 2009 in collaborazione con l’ONG italiana AMU-Azione per un Mondo Unito. Nel 2010 si avvia il partenariato con Equiverso, nuovo soggetto del Commercio Equo e Solidale italiano, con un obiettivo ambizioso: realizzare il primo progetto al mondo che coniughi il rispetto dei criteri del Fair Trade e la forte componente di relazionalità dell’Economia di Comunione.
Sono una novantina i ragazzi di strada, orfani e abitanti delle favelas di Recife e di San Paolo che fino ad oggi hanno partecipato ai corsi di formazione professionale per la produzione artigianale di accessori di abbigliamento. Circa 20 di loro sono attualmente impiegati nell’impresa “Dalla Strada” che produce borse a partire da materiali di riciclo e di recupero: cotone riciclato, juta biologica, scarti di jeans, pelle di pesce o cuoio recuperato, lavorati senza metalli pesanti o sostanze inquinanti.
Ciò che più impressiona è vedere come cambia la vita di questi giovani dopo aver sperimentato la bellezza del dono reciproco, la capacità di dare qualcosa di sé, di mettere in comune gli utili dell’azienda con altre persone in difficoltà, di dare la vita l’uno per l’altro. E tutto questo in un’azienda, immersi in un ciclo produttivo: qualcosa che a molti sembra “fuori luogo” e che invece si sta dimostrando essere proprio nel luogo e al momento giusto per cambiare le dinamiche di un’economia avida ormai al collasso.»
I prodotti Dalla Strada sono commercializzati in Europa da Equiverso e si possono acquistare nella rete delle botteghe del commercio equo e solidale (punti vendita su www.equiverso.it)

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia