Altre Economie

Cura del corpo e dell’ambiente

“Pulizia creativa", detersivi e cosmetici tra autoproduzione e consigli della nonna

Tratto da Altreconomia 130 — Settembre 2011

L’autoproduzione è sempre una rivoluzione. Un risparmio, un divertimento, una rivincita della creatività. Lo conferma Pulizie creative (vedi box in alto), un manuale che scopre l’acqua calda: ovvero che si può pulire casa e lavarsi con ingredienti semplici, economici, efficaci. Se poi gli asciugamani sembreranno meno degli orsacchiotti di peluche e il nostro profumo sarà un po’ più “naturale” sarà solo un bene. Un vantaggio per l’ambiente -pensate solo alla riduzione degli imballaggi-, per la salute della nostra pelle e la nostra socialità.
Un libro che fornisce tutti gli strumenti per produrre da soli tutto quello che serve per l’igiene domestica e personale e che fa brillare alcuni principi essenziali. Ridurre il numero di detersivi e cosmetici, non pulire né lavarsi ossessivamente (non ce n’è un reale bisogno, anzi può risultare dannoso). Preferire sempre e comunque l’autoproduzione e le nostre ricette e poi -in ordine di preferenza- detersivi e cosmetici di piccoli produttori biologici certificati e non, prodotti eco-bio di aziende più grandi con etichetta chiara e trasparente, prodotti bio di commercio equo, prodotti con marchio Ecolabel.
Partire dalle materie prime, che sono poche semplici, naturali, facilmente reperibili: limone, aceto, bicarbonato, olio d’oliva, oli essenziali, argilla, soda da bucato, cenere, allume di potassio…
Si può autoprodurre praticamente tutto: dall’anticalcare al dentifricio, dal detersivo della lavatrice allo scrub per il corpo. Sedici ricette facilissime, il cui ameno tempo di produzione vale molto di più di una stressante gita al centro commerciale. In più -per fare un passo alla volta- un catalogo ragionato dei produttori più affidabili e la miniera del web da esplorare per ulteriori pozioni magiche.
Ecco in anteprima due ricette, per la nostra casa e il nostro corpo. 

Detergente odoroso per piatti a mano
Ingredienti:
• 4 limoni (preferibilmente) biologici;
• 400 ml di acqua;
• 200 gr di sale grosso;
• 100 ml di aceto bianco.
Tagliare i limoni in 4-5 pezzi togliendo solo i semi. L’operazione risulta più facile se li si taglia a rondelle. Frullarli con un mixer insieme al sale. Mettere la poltiglia in una pentola, aggiungere tutta l’acqua e l’aceto, portare ad ebollizione e far sobbollire per circa 10 minuti, girando frequentemente con una frusta perché non si attacchi.
Quando si è addensato, spegnere il fuoco e passare il liquido con un frullatore ad immersione finché non diventa liscio e omogeneo. Si evitano così intasamenti del filtro della lavastoviglie e risulta molto più gradevole all’aspetto e alla consistenza. Man mano che si raffredda diventa più denso. Lo si conserva in vasetti di vetro o in dispenser di sapone liquido di recupero. Dura alcuni mesi, virando da colore giallo acceso a marroncino. A proprio rischio e pericolo si può usare anche per la lavastoviglie.

Deodorante in pasta
Ingredienti:
• 1 parte di bicarbonato di sodio;
• 1 parte di amido di mais biologico;
• olio di mandorle dolci spremuto a freddo, q.b.;
• alcune gocce di olio/i essenziale/i
Mescolare le polveri. Aggiungere le gocce di olio essenziale lavorandolo con pestello e mortaio per qualche minuto in modo da amalgamare bene il profumo in tutta la polvere. Per estrarlo dal mortaio versare alcune gocce di olio di mandorle e lavorarlo un po’ ancora. Si crea poi una pasta aggiungendo poco a poco l’olio di mandorle fino alla consistenza voluta. Si conserva in un barattolino di vetro.
Dopo un po’ di tempo è normale che l’olio si separi dal bicarbonato e amido, è sufficiente dare una rimescolata alla pasta.

Perché voi valete… e lavate
Lavare stanca. Lo sapevano le nostre nonne e lo sanno molto bene i pubblicitari, che negli spot calcano la mano sulla fatica risparmiata e sulle magiche doti di Mastro Lindo.
Ma sappiamo che cosa c’è davvero nei detersivi? E nei cosmetici che ci spalmiamo addosso? 
Per non rimetterci la pelle e rispettare l’ambiente ecco un manuale di ecologia domestica quotidiana. Le migliori ricette per dire addio alla chimica, nella pulizia della casa e del proprio corpo: ricette per fare da sé detersivi da bucato, per stoviglie e per tutte le superfici. Una selezione di saponi, lozioni e creme per avere cura di sé in modo del tutto naturale. Con il valore aggiunto dell’autarchia e -last but non least- del risparmio.
Puliti fino in fondo.
“Pulizie creative. Detersivi e cosmetici naturali fai-da-te, per la casa e la cura di sè. Manuali con ingredienti e ricette”, di Elisa Nicoli, 88 pagine, 4,00 euro. In libreria e bottega da settembre. Cercalo su www.altreconomia.it   

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia