Ambiente / Opinioni

Consumo di suolo: la legge è rimasta sepolta

La XVII legislatura si è conclusa senza l’approvazione di un testo capace di tutelare il paesaggio. Toccherà alla prossima. Forse
Tratto da Altreconomia 201 — Febbraio 2018
Le Camere sono state sciolte e il cemento festeggia: la legge per frenare il consumo di suolo non è stata approvata, ma asfaltata al Senato e sepolta da colate di emendamenti, pareri, ricatti, discussioni senza fine, lentezze e disinteresse. Su tutto quel che riguarda la parola suolo (incluso il parente ius soli) il Parlamento ha fallito alla grande, diciamolo pure. Assieme a lui hanno fallito tutte le istituzioni che hanno remato contro, come la Conferenza delle Regioni che a marzo...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia