Altre Economie / Approfondimento

Il futuro del commercio equo e solidale passa dall’India

Dopo Rio de Janeiro e Milano, l’appuntamento è a Delhi dall’8 al 15 novembre per la “World Fair Trade Week”. Fra tè, tessuti e spezie, il Paese asiatico si conferma un colosso anche nelle produzioni sostenibili, con oltre 250mila artigiani
Tratto da Altreconomia 197 — Ottobre 2017
La raccolta del cotone biologico che viene filato e tessuto dagli artigiani di “Armstrong knitting mills” - © archivio  Armstrong Knitting Mills
La raccolta del cotone biologico che viene filato e tessuto dagli artigiani di “Armstrong knitting mills” - © archivio Armstrong Knitting Mills
Dai finestrini del treno per il Darjeeling non si vedono più piante da tè, nè contadini. Il lungo sciopero dei coltivatori in nome dell’indipendenza del Gorkhaland, nel Bengala occidentale, sta mettendo a rischio la fornitura mondiale del pregiato tè. Normalmente, il darjeeling è coltivato su 17.600 ettari, per una produzione di oltre 8 milioni di chili l’anno, esportata in 40 Paesi: un lavoro per 90mila persone nel paese. Ma “in seguito ai violenti scioperi e al blocco completo delle esportazioni,...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia