Interni / Inchiesta

Brevetti e marchi: l’incentivo fiscale che non stimola l’innovazione

Secondo l’OCSE, questo tipo di agevolazione -definito Patent box- dovrebbe riguardare le invenzioni. Nell’ordinamento italiano, però, viene applicata in maniera meno restrittiva, riservando vantaggi alle grandi imprese
Tratto da Altreconomia 184 — Luglio/Agosto 2016
© Fotolia
© Fotolia
"Si tratta della più importante agevolazione fiscale degli ultimi anni che richiede una tempestiva valutazione ed analisi al fine di poterne sfruttare sin da subito i benefici”. Ernst & Young non è l’unica multinazionale della consulenza operante in Italia ad aver dedicato nel 2015 un flyer pubblicitario ad hoc al “patent box”, misura introdotta dal governo di Matteo Renzi con la Legge di Stabilità 2015 (dicembre 2014). Si è mossa anche PriceWaterhouseCoopers (PWC) -l’opuscolo è intitolato “Il regime Patent Box...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia