Ambiente

Bar minerale

Ferrarelle dà i numeri e raddoppia, anzi quadruplica le aree di attività. Nel 2009, il fatturato netto del gruppo che imbottiglia i marchi Ferrarelle, Vitasnella, Boario, Santagata e Natia, controllato dalla famiglia Pontecorvo attraverso Lgr Holding, è arrivato a 137,4…

Tratto da Altreconomia 115 — Aprile 2010

Ferrarelle dà i numeri e raddoppia, anzi quadruplica le aree di attività.
Nel 2009, il fatturato netto del gruppo che imbottiglia i marchi Ferrarelle, Vitasnella, Boario, Santagata e Natia, controllato dalla famiglia Pontecorvo attraverso Lgr Holding, è arrivato a 137,4 milioni di euro nel 2009. 21 milioni di euro, in media, sono stati investiti ogni anno in pubblicità, l’anima di un commercio che ha visto Ferrarelle vendere, nel 2009, ben 896 milioni di litri d’acqua, con un più 4,3% rispetto al 2008.
Forte dei numeri in ascesa, a metà marzo Lgr Holding ha lanciato l’iniziativa “Ferrarelle eccellenza accessibile”, che consiste in pratica nell’estensione delle aree di business. Nell’ambito del progetto, in particolare, nasceranno il “Bar Ferrarelle” (nella foto a destra), “un ambiente esclusivo in cui poter gustare, provare e acquistare i migliori prodotti nati dal centro di eccellenza di Ferrarelle; la linea di abbigliamento e accessori ‘18 93’, nata per celebrare l’autenticità e l’eleganza dello stile Ferrarelle nell’ambito di eventi e occasioni speciali di cui la marca è protagonista; i prodotti biologici della ‘Masseria delle sorgenti’, ispirati alle antiche tradizioni dei monaci cistercensi che dimoravano nel parco sorgenti di Riardo”.
Dove oggi trova spazio anche un impianto fotovoltaico.
 

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia