Altre Economie

Anche la Lombardia si fa equa?

Quella amministrata da Roberto Formigoni è l’unica Regione del Centro-nord a non aver approvato una legge sul commercio equo e solidale. Gli importatori Ctm Altromercato ed Equomercato (soci di Ae) insieme ad Agices e con il supporto di Altreconomia hanno elaboratoto una legge d’iniziativa popolare. Servono 5mila firme. Sabato 23 giugno si raccolgono le firme a Milano e Monza

Tratto da Altreconomia 139 — Giugno 2012

La Regione Lombardia è l’ultima della classe. In tutto il Centro-nord, è rimasta infatti l’unica senza una legge sul commercio equo e solidale. Tutte le altre lo hanno fatto, tra il 2005 (Toscana) e il 2010 (Veneto). Per spronare “il Pirellone”, i 28 soci lombardi di Ctm Altromercato, la cooperativa Equomercato, Agices (con le botteghe e cooperative socie) e Altreconomia hanno scritto una legge d’iniziativa popolare.

Il testo di legge, concordato con l’Ufficio legislativo della Regione, vuole ottenere il riconoscimento istituzionale del “modello equo-solidale”, promuovere e sviluppare l’attività educativa e di sensibilizzazione nelle scuole e verso i consumatori, contribuire alla sostenibilità delle realtà non profit del commercio equo.
Perché la legge d’iniziativa popolare venga discussa in consiglio regionale servono 5mila firme, che vengono raccolte -fino al 10 novembre- in ogni Comune e in tutte le botteghe della Lombardia.

Per informazioni: www.lombardiaequa.it

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia