Wto: scontro Usa-Ue per Boeing e Airbus

Stati Uniti e Unione Europea hanno lanciato la scorsa settimana la più grande disputa della storia del WTO (Organizzazione Mondiale del Commercio). Oggetto del contendere sono i reciproci e massicci aiuti di stato erogati in varie forme (finanziamenti agevolati, sconti fiscali e altro ancora) alla statunitense Boeing e all’europea Airbus, le due imprese che dominano il mercato mondiale della produzione di aerei commerciali.

Nel 1992 Whasington e Bruxelles stipularono un accordo che doveva “regolamentare” questi aiuti. A distanza di 12 anni Airbus è cresciuta fino a divenire leader del settore e la concorrenza si è fatta più agguerrita. Invece di rivedere l’accordo, il governo americano ha sferrato l’attacco contestando 15 miliardi di dollari di sovvenzioni europee; la risposta dell’Unione Europea è arrivata il giorno seguente e parla di 23 miliardi di dollari di aiuti illegali statunitensi. E’ la prima volta che il WTO si trova a dirimere una doppia contestazione. Ora le parti hanno 60 giorni di tempo per negoziare un accordo. Altrimenti comincerà una lunga inchiesta. Che potrebbe preludere ad una più ampia guerra commerciale fra le due potenze economiche del globo.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia