Un premio per non dimenticare Srebrenica

Un riconoscimento a dieci anni dalla strage. Il Premio internazionale Alexander Langer quest’anno andrà a Irfanka Pasagic, psichiatra originaria della cittadina bosniaca di Srebrenica: qui, l’11 luglio del 1995, le truppe serbe di Ratko Mladic danno il via a uno degli episodi più neri della pulizia etnica che insanguinò il conflitto ex jugoslavo, con rastrellamenti, stupri e deportazioni della popolazione civile. Alla fine, i morti saranno 8.000, tutti uomini tra i 14 e i 70 anni sepolti in fosse comuni. La città, ormai svuotata dei suoi abitanti, viene occupata da famiglie serbo-bosniache.

Da Srebrenica Irfanka Pasagic era stata deportata tre anni prima, in una delle prime ondate di pulizia etnica. Stabilitasi in seguito a Tuzla, fonda “Tuzlanka Amica”, un centro che si occupa da subito delle donne violentate e rinchiuse nei campi di concentramento, per passare poi anche ai bambini.
Il centro è nato nell’ambito della rete internazionale “Ponti di donne tra i confini”, creata nel 1993 dalle donne di “Spazio Pubblico” di Bologna assieme ad altre donne della ex Jugoslavia. Grazie a un progetto di adozione a distanza fatto proprio da associazioni che operano soprattutto in Emilia Romagna e Liguria, in questi dieci anni Tuzlanska Amica ha dato una famiglia a oltre 850 bambini, ed è diventata ben presto uno dei pochi luoghi dove donne, bambini, uomini traumatizzati, possono ricevere aiuto psicologico, ma anche assistenza medica, sociale, legale.
Irfanka Pasagic ha poi avviato anche un Team mobile che cerca e assiste i casi più gravi tra gli oltre 250 mila profughi che vivono in condizioni precarie nel distretto di Tuzla, attivandosi dapprima con un aiuto di tipo umanitario, per poi verificare l'opportunità di un intervento anche psicologico per i componenti più vulnerabili del nucleo familiare.
 
Il Premio internazionale è stato istituito dalla Fondazione Alexander Langer Stiftung nel 1997 e ha i dotazione ogni anno 10 mila euro che vengono assegnati personaggi distintisi sui temi della libertà, della democrazia e della giustizia sociale e della convivenza.
Il premio Alexander Langer 2005 verrà consegnato a Irfanka Pasagic il 1° luglio a Bolzano all’interno della manifestazione “Euromediterranea”.
Info: Fondazione Alexander Langer Stiftung
www.alexanderlanger.org

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia