Tutto quello che c’è da sapere su Enel

In vista dell’assemblea degli azionisti fissata il 30 aprile, abbiamo preparato un promemoria: il dossier degli articoli pubblicati da Ae sulla multinazionale energetica del nostro Paese, a partire da febbraio 2008. Al centro, le conseguenze delle mega dighe in Colombia, Guatemala e Cile, fino alle centrali a carbone di Civitavecchia, La Spezia e Brindisi

Negli ultimi cinque anni abbiamo scritto molto di Enel. Perché in Italia e nel mondo le scelte industriali dell’ex monopolista pubblico dell’energia elettrica "pesano" sul futuro di intere comunità. Questo dossier raccoglie (tutti) i nostri articoli. Per "arrivare" informati all’assemblea del 30 aprile.

In Colombia è in costruzione una maxi centrale idroelettrica sul fiume Magdalena e le comunità locali sono in rivolta. Il ruolo di Enel
[aprile 2013]
 
I lampioni valgono un miliardo di euro l’anno. I cittadini pagano, e non sanno che le Camere hanno bocciato la norma che tagliava gli sprechi
[marzo 2013]
 
Il 40% dei prodotti petroliferi italiani viene raffinato nell’area industriale della città, che è patrimonio Unesco. Come nel caso Ilva, salute e lavoro si scontrano
[ottobre 2012]
 
La centrale Enel è ancora in attesa dell’Autorizzazione integrata ambientale. Il procedimento è avviato da 5 anni e mezzo
[ottobre 2012]
 
A poco meno di cinque mesi dal primo appuntamento, la Campagna "Stop Enel" terrà nel fine settimana a Civitavecchia la sua seconda assemblea nazionale. Nella giornata di sabato 29 settembre è previsto un incontro presso l’aula del consiglio comunale della città laziale dove saranno portate le testimonianze dei rappresentanti dei vari comitati costituitisi in tutta Italia per opporsi ai progetti dell’Enel
[settembre 2012]
 
Il 28 agosto il Corpo forestale dello Stato ha messo i sigilli al cantiere della nuova centrale idroelettrica all’interno del Parco nazionale delle Dolomiti bellunesi. Domenica 22 luglio l’ultima manifestazione dei comitati contrari al progetto di una società -Energie Valsabbia- presieduta da Chicco Testa. Il 1 settembre a Gosaldo (Bl) consiglio comunale straordinario per discutere la trasformazione degli "usi civici" su cui insiste il cantiere
[agosto 2012]
 
Attivisti e accademici, arrivati a Roma dalla Colombia e dal Guatemala, hanno posto in luce i rischi ambientali degli interventi promossi dalla multinazionale dell’energia in America Latina. La denuncia: sono mancati i processi di consultazione delle comunità locali
[maggio 2012]
 
Tra le province di Alessandria, Genova, Pavia e Piacenza, quattro progetti modificheranno il paesaggio. Protestano i comitati locali. Oltre all’inchiesta che potete leggere di seguito, non perdetevi i due documentari
[aprile 2012]
 
Continua il conflitto tra le comunità indigene del Quiché, in Guatemala, e la multinazionale italiana Enel Green Power, che sta realizzando la centrale idroelettrica di Paolo Viejo. Inviati delle comunità saranno presenti a Marsiglia, dal 14 al 17 marzo prossimi, in occasione del Forum alternativo mondiale dell’acqua
[febbraio 2012]
 
Qualora fosse portata a termine, la diga di El Quimbo inonderebbe uno dei territori più fertili dello stato colombiano di Huila. Centinaia di pescatori, contadini e lavoratori del comparto dei trasporti dipendono dal Magdalena, il fiume dove sorgerebbe l’impianto idroelettrico, per le loro fonti di sostentamento e per il loro lavoro. La diga verrà costruita da una sussidiaria locale di Endesa-Enel, e per questo la Campagna per la riforma della Banca mondiale -nell’ambito della campagna "Stacca la spina"- rilancia l’azione urgente dell’organizzazione colombiana CENSAT
[febbraio 2012]
 
A fine mese nuovo episodio per l’infinita vicenda della conversione della centrale termoelettrica di Porto Tolle: parola al Consiglio di Stato
[dicembre 2011]
 
Le tre principali aziende italiane -Eni, Enel, Finmeccanica- approvano bilanci miliardari. Tra i numeri spuntano progetti insostenibili e relazioni pericolose
[agosto 2011]
 
In Cile non si placa la protesta contro la costruzione di cinque mega dighe nella regione patagonica dell’Aysen da parte di un consorzio capitanato dall’Endesa, controllata dell’italiana Enel
[maggio 2011]
 
Le comunità di San Juan Cotzal danno a conoscere la propria posizione in relazione alla presentazione delle centrali idroelettriche Palo Viejo 1 e Palo Viejo 2 dell’impresa Enel
[febbraio 2011]
 
Dopo anni di incertezze, il ministero dell’Ambiente autorizza Enel a riconvertire la centrale di Porto Tolle. Una scelta discussa e poco efficiente
[ottobre 2009]
 
Dentro Civitavecchia, centrale in conversione: quando sarà finita qui ci sarà il più grande polo energetico d’Europa. Brucerà 4 milioni di tonnellate l’anno, ma la gente non ci sta, per via dell’inquinamento. Storia e ragioni di un ritorno al passato: un po’ folle, anche perché il carbone “italiano” arriva da Indonesia, Sudafrica, Cina. Conviene solo perché "sporco"
[febbraio 2008]

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia