Torna il Buy Nothing Contest

L’immigrazione è il focus 2009 per il concorso dell’anti-pubblicità

Bnd contestL’immigrato, per molti, è solo un ingranaggio della macchina produttiva, che ha diritto di rimanere in Italia solo per lavorare. “E nel caso di un mancato ‘funzionamento’, come fossero elettrodomestici in garanzia, ne esigiamo la sostituzione pretendendo che tornino ai Paesi d’origine e che, al loro posto, arrivi qualcuno di più giovane, più sano, più efficiente” spiegano i promotori, l’associazione Insieme nelle terre di mezzo, le redazioni di Altreconomia e Terre di mezzo, e Fa’ la cosa giusta!.
Chi vuole partecipare, ha l’opportunità di farlo scegliendo uno dei tre filoni creativi: il miglior manifesto pubblicitario; il migliore spot radiofonico; il migliore spot video.
Si tratta, cioè, di prendere uno spot, uno slogan, un manifesto pubblicitario e ri-comporlo, ribaltarlo, renderlo paradossale, ridicolizzarlo. Per ogni categoria, verrà individuato un vincitore.
Il Bnd Contest nasce dall’esperienza del Buy Nothing Day, l’iniziativa lanciata nel 1992 da parte di Adbusters per denunciare il sistema consumista nel quale viviamo. Anche quest’anno, sabato 29 novembre è stata la giornata mondiale del non acquisto: una 24 ore di moratoria dagli acquisti, in barba alla pubblicità e alle strategie di marketing.
Il Buy Nothing Day Contest è aperto professionisti (art director, copywriter, grafici), amatori (artisti, creativi e virtuosi della fantasia) ma anche agli studenti delle scuole italiane, per la cui partecipazione viene richiesto il coinvolgimento di almeno un insegnante.
I vincitori del Bnd Contest 2009 saranno proclamati in occasione di "Fa’ la cosa giusta!" la fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili, organizzata da Terre di mezzo in programma a Milano dal 13 al 15 marzo 2009. Le opere premiate verranno divulgate tramite i mensili Terre e Altreconomia e i lavori più interessanti saranno esposti a "Fa’ la cosa giusta! 2009 – Milano”.
Per essere ammessi i lavori devono essere spediti all’indirizzo entro il 31 gennaio 2009 (farà fede il timbro postale). Il recapito da utilizzare è quello di posta elettronica (bnd@terre.it) oppure postale: “Buy Nothing Day Contest”, c/o Terre di mezzo, via Calatafimi 10 – 20122 Milano. Ricordate di comunicare le vostre generalità, i recapiti, una breve presentazione vostra o del gruppo che ha elaborato il lavoro.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia