Regolamentare la pubblicità dell’acqua in bottiglia? Se ne discute a Sbilanciamoci!

Un tavolo di lavoro per discutere una legge su acque minerali e di rubinetto. Lo promuove Altreconomia, che invita a stare “dalla parte del rubinetto” e riunisce un gruppo di esperti per discutere una proposta di legge che regolamenti la pubblicità del settore delle acque minerali e promuova il consumo di quella distribuita dai rubinetti. L’appuntamento è per sabato 8 settembre, dalle 17, a Marghera, nell’ambito del forum “L’impresa di un’economia diversa” promosso  da Sbilanciamoci! 

Al seminario partecipano Renato Drusiani, direttore generale di Federutility,  il senatore Francesco Martone, il consigliere della Regione Veneto Nicola AtalmiSandro Cecili, presidentedi Acea Ato 2 (Roma), Donatella Giacosa, responsabile del laboratorio biologico di Smat (Torino),  l’avvocato Fiammetta Malagoli, Daniele Sbalchiero, responsabile comunicazione di MediaLab Vicenza, Adriano Cattaneo, portavoce della Rete italiana boicottaggio Nestlé (Ribn),  Alessandro Petruzzi, del comitato per la difesa del Rio Fergia (Umbria), il Venezia social forum

La proposta “Mettiamola fuori legge. La pubblicità, non l’acqua di rubinetto” (www.altreconomia.it/acqua), lanciata a febbraio dalle pagine ha suscitato un grande interesse nel mondo dei consumatori critici e dei media. Da Marghera vorremmo suggerire ai ministeri dell’Ambiente e della Salute di farsi promotori di una pubblicità progresso che rassicuri il cittadino circa le caratteristiche di potabilità dell’acqua distribuita dai nostri acquedotti, informi circa le normative e i controlli rispetto alla qualità dell’acqua, inviti i cittadini a consumare acqua di rubinetto nelle proprie case e a chiedere che venga loro servita nei locali pubblici (www.imbrocchiamola.org). 

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia