28

senza titolo

Maggio 2002 Versione digitale

Acquistando la versione digitale di Altreconomia, hai subito la possibilità di leggere il numero in formato PDF o EPUB. Inoltre, hai accesso sul sito a tutti i contenuti relativi al numero acquistato.

Prezzo: 2,00

Esaurito

AbbònatiIn negozio

ASSISI, KISANGANI, SARAJEVO, AFGHANISTAN, SUDAN

Editoriale
Il coraggio Ë avere nome in servizio
di Miriam Giovanzana

Le lettere dei lettori

Dossier
Contro l'economia di guerra un dossier da non perdere
a cura della redazione

Fa' la cosa giusta
Incontri, iniziative, campagne, aggiornamenti

L'opinione
Chiodo scaccia chiodo ma non dimenticate Sarajevo
di Tonino Perna

Conflitti
Il cielo piovoso di Ramallah e la guerra normale
In Palestina, dove l'arbitrio sostituisce la ragionevolezza e le morti causano altre morti, nella spirale di una imgiustificata violenza. In Palestina a rirpoporre i valori della diplomazia dal basso, a prestare aiuto a chi ha perso ogni speranza, a parlare di pace quando la quotidianit‡ Ë fatta solo di guerra. Il racconto di chi in Palestina Ë andato, a mani nude.
di Alberto Zoratti

Lotte contadine
Brasile, dove la dignit‡ Ë fatta di terra
Qui ti rendi conto che basta poco per uscire dalla povert‡ e dall'emarginazione; bastano pochi ettari di terrreno sottratti al latifondo e messi a coltura. In 15 anni 350 mila famiglie di Sem Terra hanno ritrovato cosÏ lavoro e speranza. Latre 100 mila sono accampate sul ciglio delle strade. Un movimento che coinvolge un milione e mezzo di persone. E che ha varcato i confini nazionali.

di Miriam Giovanzana e Emilio Novati

Lotte contadine
Sindacalisti al tempo del ketchup
Non c'Ë soltanto McDonald's. Negli Stati Uniti, giusto un anno e mezzo fa Ë partita una campagna di boicottaggio contro Taco Bell, uno dei giganti del fast food: oltre 6 mila locali e un giro d'affari di miliardi di dollari. ma questa volta il “cibo veloce” non c'entra: l'obiettivo sono le condizioni di vita dei raccoglitori di pomodoro, con salari da fame e zero garanzie. E talvolta schiavi.
di Miriam Giovanzana

Speciale Fao
Lotta alla fame, cosa abbiamo sbagliato
A giugno Roma ospiter‡ il World Food Summit della Fao, l'Organizzazione delle Nazioni Unite per l'alimentazione e l'agricoltura, rimandato lo scorso autunno a seguito degli attentati negli Stati Uniti. Il compito: capire perchÈ sta fallendo l'obiettivo di dimezzare il numero degli affamati entro il 2015. Risultato che di questo passo -contestano le Ong- verr‡ raggiunto tra secoli.
di Marinella Correggia

Progetti locali
Grottammare rif‡ Porto Alegre
di Lorenzo Guadagnucci

Idee globali
Parole per le moltitudini
Arriva in libreria Impero di Toni Negri, sdoganato per l'occasione dalla grande editoria, ed Ë subito boom. Ma non Ë l'unico testo che disegna le idee su cui poi ruotano le paolre d'ordine del movimento: una lettura incrociata di tre libri e delle loro diverse prospetttive antropologiche. Punto di partenza comune: la globalizzazione ci ha cambiati. Per sempre
di Maurizio Meloni

Equo&Solidale
Commercio equo, il tempo del Registro
Il commercio equo e solidale italiano cerca di diventare adulto. Per questo, all'ultima Assemblea generale, botteghe e importatori hanno aperto la strada alla creazione del registro del fari trade italiano. Negli stessi giorni Flo, Fairtrade labelling organizations, presentava il nuovo “marchio unico” di garanzia. La posta in gioco? Il mercato e il futuro.
di Davide Musso

Arresti a Napoli: la parola ai poliziotti
Un ordine di custodia cautelare recentemente emesso dalla procura di Napoli ai danni di otto poliziotti, ha scatenato una serie di comunicati stampa diffusi dai principali sindacati di polizia, che rappresentano un'importante “cartina di tornasole” per capire fino in fondo i principi e i valori che hanno spinto molti agenti della polizia di stato a “fare quadrato” attorno ai loro colleghi. Sul lungo periodo, tuttavia, lo “spirito di corpo” rischia di trasformarsi in un pericoloso boomerang, che ha il potere di danneggiare l'immagine delle forze dell'ordine e il loro sereno rapporto con i cittadini molto piu' gravemente di quanto non possano fare la magistratura o i cosiddetti “no global”.
di Carlo Gubitosa

Contenuti in questo numero