Autore:
Angelo Miotto e Massimo Acanfora
Pagine:
128
Dimensioni:
13x20 cm
Anno:
2021
Collana:
Saggi
Tag:
, , , , , , , ,
Anteprima:
Leggi un’anteprima

Prezzo: 7,9915,00

Svuota

Milano siamo noi

Fuori dai luoghi comuni - Pensare una città autentica e democratica - 20 voci civili

La ami oppure la odi. Capitale morale e amorale. Incensata e vilipesa. Solidale e diseguale. Abbacinante e tenebrosa. È un modello di città smart&green, innovativa e accogliente oppure una “bolla” gonfiata da chi ne fa la “narrazione”, dove vive bene solo chi ha i danee?

In un momento decisivo per la città, con le elezioni comunali alle porte, questo libro racconta la Milano che vogliamo e -senza negarne la centralità o disconoscerne la bellezza- ne offre una fotografia spogliata dalla retorica dello storytelling e pone una serie di questioni cruciali.

Provano a rispondere, accompagnati da Angelo Miotto, giornalista milanese di lungo corso, e da Massimo Acanfora, editor di Altreconomia, venti voci milanesi tra cui eminenti docenti universitari, urbanisti, architetti, magistrati, intellettuali, scrittori e  artisti.

Ne nasce un vero e proprio “alfabeto della città”. Gli argomenti toccati spaziano dall’urbanistica alla qualità e al costo della vita, dall’ inquinamento alle periferie, passando attraverso mobilità, scuola, diritti, lavoro, legalità, cittadini stranieri, questione di genere, salute pubblica, cultura, innovazione, non profit, persone fragili, cibo e ristorazione.

Contributi di:
• Gherardo Colombo • Bertram Niessen • Stefano Rolando • Massimo Guastini • Luca Beltrami Gadola • Paolo Pileri • Claudio Calvaresi • Federica Verona • Gabriele Pasqui • Luciano Gualzetti • Mario Portanova • Danilo De Biasio • Luca Paladini • Assunta Sarlo • Matteo Bartolomeo • Carolina Pacchi • Franz Purpura • Valerio M. Visintin

In copertina, un’illustrazione di Anna Sutor

Gli autori

Angelo Miotto

Milanese, giornalista dal 1992, documentarista radiofonico. Ha lavorato per Radio popolare network fino al 2007. È stato caporedattore a PeaceReporter, quindi a “E”, il mensile di Emergency. Fra i pionieri del webdocumentario con produzioni riconosciute a livello internazionale, è stato ospite di “Perpignan Visa pour l’image” e “Idfa Amsterdam”. È autore di installazioni sonore, coautore di documentari - Cronache basche, L’italia chiamò - coautore di testi teatrali, saggi sui Paesi baschi e uranio impoverito. Ha vinto i premi “Baldoni”, “Bizzarri”, “Anello Debole”. Librettista dell’opera contemporanea “Non guardate al domani”, per la musica di Filippo del Corno. Fondatore dell’ensemble di musica contemporanea Sentieri selvaggi. Nel 2018, insieme al fotografo Leonardo Brogioni, pubblica MetroMoebius, una storia crossmediale sulla metrò milanese. Oggi è direttore di Q Code Mag, cura la comunicazione di Avanzi, Sostenibilità per Azioni, del Festival dei Diritti Umani ed è consigliere di Amministrazione della cooperativa energetica “ènostra”. Per Altreconomia ha curato "Il ritorno delle cose" e "Milano siamo noi", con Massimo Acanfora

Massimo Acanfora

Nato a Milano, è giornalista. Dal 2009 a oggi è responsabile editoriale, editor, copy e autore per Altreconomia edizioni. Dopo una parentesi nel lavoro sociale nei primi anni 90, ha lavorato per il giornale ed editore Terre di mezzo, per il quale nel 2003 ha ideato e organizzato la fiera “Fa’ la cosa giusta!”. Ha portato inoltre in Italia la manifestazione “La Notte dei Senza Dimora”. Ha contribuito a costruire il settore editoriale e librario di Terre di mezzo edizioni. Ha poi lavorato all’agenzia Aragorn come ufficio stampa per numerose organizzazioni non profit. Nel 2008 è stato promotore a Milano dell’evento Homeless World Cup. È autore di diversi libri, tra cui la fortunata guida “Pappamondo” (Cart’armata edizioni), ma anche del manuale “E ora si ikrea!” (Ponte alle Grazie/Altreconomia) e di “Il ritorno delle cose” (con Angelo Miotto, Altreconomia).


Recensioni

RadioPopolare – Podcast, a partire dal minuto 42

Il commento dei lettori

Ancora non ci sono recensioni.

Acquista questo prodotto per poter aggiungere una recensione.