Le giornate di Reggio Emilia

Dal 4 al 6 giugno la città emiliana ospita i Social Cohesion Days: 30 esperti provenienti da tutto il mondo incontreranno gli operatori del Terzo Settore, i rappresentanti degli enti pubblici e i membri della società civile in una serie di dialoghi e conferenze organizzate intorno al tema della coesione sociale

Tratto da Altreconomia 171 — Maggio 2015

Un grande forum europeo sulla coesione sociale. È la prima edizione di “Social Cohesion Days” (www.socialcohesiondays.com) che si terrà dal 4 al 6 giugno 2015 a Reggio Emilia. Appuntamento di portata internazionale durante il quale oltre 30 esperti provenienti da tutto il mondo incontreranno gli operatori del Terzo Settore, i rappresentanti degli enti pubblici e i membri della società civile in una serie di dialoghi e conferenze organizzate intorno al tema della coesione sociale. Un confronto diretto e paritario fra le molteplici anime della società civile alla ricerca di nuove politiche di mutualità e soluzioni che siano capaci di innovarsi, rispondere all’ambiente dinamico e istituire un contesto permanente di progettazione che sia una risposta concreta alla crisi sociale ed economica.

Tanti e prestigiosi i nomi che offriranno i loro contributi all’evento. La cerimonia di apertura prevede gli interventi di Luca Vecchi, sindaco della città di Reggio Emilia, Raul Cavalli, portavoce delle giornate e coordinatore del comitato promotore, Giuliano Poletti, ministro del Lavoro e Politiche Sociali. Segurà il dialogo “Il tempo delle Scelte” con l’ex presidente del Consiglio dei ministri, Romano Prodi, cui è stato invitato anche Thomas Piketty, professore alla École d’èconomie de Paris. Il programma, diviso fra momenti tecnico-scientifici e momenti culturali, prevede anche l’incontro con Bertram Niessen sulla “Sharing economy e coesione sociale”, e il dialogo su “Legalità e i diritti” con il procuratore nazionale antimafia, Franco Roberti. La tre giorni di “Social Cohesion Days” si terrà al Centro Internazionale “Loris Malaguzzi” di Reggio Emilia, polo convegnistico che prende il nome dal pedagogista di Correggio unanimemente riconoscito come il padre del “Reggio Approach”, che dal secondo dopoguerra rappresenta uno dei migliori sistemi educativi per l’educazione infantile. L’evento è organizzato da Fondazione Easycare, realtà impegnata a diffondere i valori e i principi della solidarietà, cooperazione, innovazione sociale e sostenibilità attraverso la promozione di modelli di welfare all’avanguardia per le famiglie, le imprese, il settore pubblico e le organizzazioni, con la collaborazione di Altreconomia. —

Storie di "coesione sociale"/1

Il borgo di Succiso (RE), sull’Appennino Tosco-Emiliano, ha resistito allo spopolamento grazie al lavoro della cooperativa di comunità Valle dei Cavalieri, gestita da 9 persone. Oggi a Succiso vivono 62 abitanti che hanno deciso di restare per valorizzare il proprio territorio attraverso la creazione di una rete sociale ed economica.

La storia di questa comunità è raccolta in un video per Social Cohesion Days.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia