Le 100 imprese Usa che inquinano di più

Una classifica inedita delle 100 imprese americane che inquinano maggiormente l’aria è stata compilata da alcuni ricercatori del Political Economy Research Institute (PERI) dell’Università del Massachusetts. Le prime dieci della classifica sono General Electric Co, Georgia-Pacific Corp., Eastman Kodak, Boeing, United States Steel Corp., Dow Chemical Company, Eastman Chemical, ConocoPhillips, E.I. Du Pont De Nemours & Co., Exxon Mobile Corp.

Come sottolinea il direttore del programma ambiente del PERI, James K. Boyce, non è stata misurata soltanto la quantità di centinaia di sostanze chimiche tossiche emesse dagli impianti delle varie compagnie negli Usa ma anche il livello di tossicità delle diverse sostanze, la quantità di persone esposte in vicinanza delle fonti di emissione e altri fattori, come i venti prevalenti e l’altezza dei camini. La classifica, denominata “Toxic 100”, indica i principali inquinatori atmosferici tra le compagnie comprese nelle liste Fortune 500, Forbes 500 e Standard & Poor’s 500. I dati sulle emissioni utilizzati da PERI sono quelli relativi al 2000, gli ultimi disponibili, compresi nel Toxics Release Inventory (TRI) dell’Environmental Protection Agency (EPA) statunitense. I dati dell’EPA, rispetto a quelli del PERI, sono più grezzi per tre motivi. Innanzitutto, riportano la quantità delle emissioni dei vari inquinanti, senza distinguerli in base alla loro pericolosità, mentre alcune sostanze chimiche sono dieci milioni di volte più pericolose di altre. In secondo luogo, l’EPA non tiene in considerazione la localizzazione degli impianti che emettono le sostanze inquinanti e, cioè, se sono vicini o lontani da zone densamente abitate. Infine, l’EPA riporta i dati dei singoli impianti, senza raggrupparli secondo le imprese di appartenenza.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia