Attualità

La rassegna stampa di Altreconomia

Eni e il petrolio d’Egitto, l’inchiesta sul primo appalto dell’Expo, Profumo (ex ad Unicredit) rinviato a giudizio per frode fiscale, treni regionali (e linee ferroviarie) a rischio. Le notizie da "appuntare", secondo la redazione

Tratto da Altreconomia 140 — Luglio/Agosto 2012

23 maggio
Azerbaigian, Eurovision sorda alle violazioni dei diritti umani
Il rifiuto, da parte degli organizzatori del concorso musicale Eurovision 2012, di condannare le violazioni dei diritti umani in corso in Azerbaigian, costituisce un via libera alla repressione.

24 maggio
Italian company Eni makes big oil discovery in Egypt
MILAN ― Italy’s oil and gas major Eni has made a big oil discovery in the Western Desert of Egypt, part of the group’s strategy of refocusing exploration activities in the country by targeting deeper plays in the Western Desert region.

25 maggio
Expo, inchiesta sul primo appalto. I pm indagano per turbativa d’asta
La guardia di finanza in azione alla sede di Metropolitana Milanese. Al centro dell’interesse dei magistrati la gara per l’affidamento dei lavori di ripulitura dell’area destinata all’esposizione.Varie testate
Niente metro 4 fino al 2018. Per Expo, l’11 giugno Pisapia si dimette dal mandato di commissario

5 giugno
Brontos, il Gup rinvia a giudizio Profumo. L’ex ad Unicredit accusato di frode fiscale
E’ indagato con altri 19 per presunta truffa da 245 milioni, con operazioni di finanza strutturata poi contestate dall’Agenzia delle entrate come "abuso di diritto". Il banchiere, ora presidente Mps: "Attendo il giudizio di merito, certo della correttezza del mio operato"

"Troppe tasse, evasione e corruzione". La Corte dei Conti lancia l’allarme
L’Italia rischia di finire in un circolo vizioso, in cui il rigore impedisce di raggiungere gli obiettivi, strozzando la crescita. Lo dice l’organismo contabile nel suo rapporto sulla finanza pubblica 2012: "Si completi il passaggio da una tassazione sui redditi a una sui consumi"

8 giugno
Il governo cede alla lobby dei camionisti e l’Antitrust lo denuncia
L’Antitrust ha infatti depositato per la prima volta – forte della legittimazione a farlo offertale dal recente Decreto salva-Italia – un ricorso al Tar Lazio contro un provvedimento ministeriale, nello specifico quello con cui il dicastero ha recepito le tariffe minime stabilite, alla fine dello scorso novembre, dall’Osservatorio sulle Attività di autotrasporto

La motosega Ikea
La multinazionale svedese che fa cospicue donazioni all’Unicef contro la malaria, che aiuta i bambini ad andare alla scuola primaria o che consiglia lampadine a risparmio energetico assieme al WWF che ti combina? Usa alberi centenari per i propri prodotti! Lo denuncia la Global Forest Coalition. Gli alberi vengono dalla Russia, e più precisamente dalla Carelia, attraverso l’impresa svedese Swedwood, controllata da Ikea. La Global Forest Coalition (un’alleanza di organizzazioni non governative con membri in oltre 40 paesi) condanna fermamente le le pratiche distruttiva di Ikea in Russia. L’associazione svedese Protect the Forest, membro della Global Forest Coalition, e l’associazione ambientalista russa Spok hanno provato con una investigazione sul campo in Carelia russa, che la Swedwood abbatte foreste con alto valore di biodiversità e di alberi centenari

11 giugno
Greece’s ‘potato movement’ grows in power
A growing group of grassroots activists are cutting out agricultural middlemen and connecting farmers and shoppers.

12 giugno
Treni regionali: ecco le linee a rischio
Ferrovie dello Stato annunciano soppressioni in tutta la Penisola a partire dal 2013 per carenza di risorse: vi mostriamo l’elenco delle tratte che vogliono cancellare

Paolo Dall’Oglio lascia la Siria
Il gesuita Paolo Dall’Oglio, fondatore della comunità monastica di Deir Mar Musa, lascia la Siria dopo oltre trent’anni.è legata soprattutto alla mia lettera indirizzata all’ex Segretario generale dell’Onu. si chiede la creazione di una forza di interposizione di tremila caschi blu, per garantire il rispetto del cessate-il-fuoco e la protezione della popolazione civile,

13 giugno
"Zingaropoli": condannati Lega e PDL
"Emerge con chiarezza la valenza gravemente offensiva e umiliante di tale espressione che ha l’effetto non solo di violare la dignità dei gruppi etnici sinti e rom, ma altresì di favorire un clima intimidatorio e ostile nei loro confronti". Così si è espressa la Giudice del Tribunale di Milano, Dott.ssa Orietta Miccichè, dando ragione al Naga nella causa civile anti-discriminazione intentata nei confronti di Lega Nord e PDL per i manifesti affissi e le dichiarazioni fatte da Silvio Berlusconi e Umberto Bossi durante la scorsa campagna elettorale per il sindaco di Milano, in cui si paventava il rischio che la città potesse diventare una "Zingaropoli" in caso di vittoria di Pisapia.

14 giugno
‘Firmate qui!’: volevano ingannare gli Indiani ma finiscono indagati
Alcuni allevatori del Paraguay hanno escogitato un elaborato piano per ingannare una tribù indiana e poter costruire una nuova strada attraverso le loro terre. Il piano si è però ritorto contro di loro perchè ha dato il via a un’indagine ufficiale.

18 giugno
Sorpresa, il petrolio è un bene "rinnovabile"
De Vita, presidente Unione Petroliferi: «Al 2035 soddisferà il 90% della mobilità totale». «Per quella data ci saranno 1,7 miliardi di veicoli, il doppio di adesso». Eppure c’è l’allarme-occupazione

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia