Recensioni

La pagina dei librai (da Altreconomia 193)

I tre testi di questo mese sono stati scelti e recensiti per i lettori di Altreconomia da Giancarlo e Raimondo Di Maio, della libreria Dante & Descartes di Napoli. Dante & Descartes, che è anche una piccola casa editrice, ha…

Tratto da Altreconomia 193 — Maggio 2017
Raimondo Di Maio e l'ingresso della libreria Dante & Descartes di via Mezzocannone, a Napoli
Raimondo Di Maio e l'ingresso della libreria Dante & Descartes di via Mezzocannone, a Napoli

I tre testi di questo mese sono stati scelti e recensiti per i lettori di Altreconomia da Giancarlo e Raimondo Di Maio, della libreria Dante & Descartes di Napoli. Dante & Descartes, che è anche una piccola casa editrice, ha due sedi nel centro del capoluogo campano, in via Mezzocannone, 55 e in piazza del Gesù Nuovo, 14. Info: libreriedante descartes@gmail.com

Poema moderno
Epica delle migrazioni
Nel 2005 lo scrittore Erri De Luca, pubblicò “Solo andata. Righe che vanno troppo spesso a capo”.
Non poteva immaginare che dodici anni dopo l’uscita del poema sull’irrefrenabile cammino dei migranti -avvertito con un certo anticipo grazie alla sua sensibilità civile e politica- si sarebbe trovato a passare la Pasqua del 2017 proprio su quel mare Mediterraneo, e insieme a tanti “capitani coraggiosi”, i volontari di Medici Senza Frontiere, avrebbe cercato di strappare all’annegamento sicuro quante più vite umane in fuga dal proprio focolare in fiamme.
A rischio di un possibile naufragio provocato da mercanti criminali che per profitti scambiano le loro vite per vite a perdere. Sono i versi intensi e drammatici che raccontano la più drammatica emigrazione da un continente colonizzato, saccheggiato e armato, dov’è più visibile il fallimento di quella che diciamo globalizzazione.
Da leggere e meditare.

Sola andata, Erri De Luca, Feltrinelli, 96 pp., 6,50 euro

Un volume epocale  
La libertà è figlia della lettura
“Lettori selvaggi” si apre con un’introduzione breve e incisiva sull’importanza e sulle possibilità della lettura, l’unico mezzo che permette la libertà di affrancarsi da un mondo prigioniero di se stesso. Non pensate però che lo scrittore sia la buona crocerossina che spera e confida nella missione della lettura, perché se Montesano con la sua chiara e semplice
lingua vi “tocca” comincia il contagio del “piacere della lettura”: la più grande possibilità di condividere e comprendersi che hanno gli uomini. I tanti racconti e saggi letterari che questo straordinario libro permette di fare sono una misura, potremmo suggerire il dispositivo, per capire le letture fatte e quelle da fare. Si tratta di un volume epocale, dove con un lingua viva l’autore dialoga prima con l’opera che intende presentare e poi la volge con la stessa chiarezza e “freschezza” al lettore.

Lettori selvaggi, Giuseppe Montesano, Giunti, 1.920 pp., 50,00 euro

Piccolo grande libro
Fofi ricorda Totò, 50 anni dopo
“Merita Totò gli omaggi che la città gli ha riservato? Forse nessun altro napoletano, in questo secolo, li ha meritati quanto lui, anima e interprete del bene e del male, del fondo vero di una cultura fatta di paure e insicurezze, di vecchio e di nuovo, di compromessi e di speranze, e di un amore mai sazio per la vita”. Sabato 15 aprile 2017 è trascorso mezzo secolo senza Totò. Per l’occasione abbiamo voluto partecipare alle tantissime manifestazioni che ne hanno onorato la memoria con un nostro piccolo contributo, ristampando il libretto “Un secolo con Totò” di Goffredo Fofi. Fofi è stato tra i primi interpreti e massimi conoscitori di Antonio de Curtis, in arte Totò. Il libro, di piccolo formato (7 centimetri per 5,5), fa parte della nostra collanina “Napoli in trentaduesimo”, una specialità della casa: il più piccolo libro su Totò non è, però, il più piccolo, perché Goffredo Fofi nel breve testo riesce a far comprendere la grandezza del genio dell’artista.

Un secolo con Totò, Goffredo Fofi, Libreria Dante & Descartes, 48 pp., 2,00

© riproduzione riservata

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia