Il Bilancio 2008 di Altra Economia soc. coop.

Il bilancio della nostra cooperativa come approvato dalla Assemblea dei soci del maggio 2009

Per i soci e per tutte le persone che seguono il lavoro della nostra cooperativa editoriale (e del nostro tentativo di produrre ogni giorno informazione indipendente "per agire") mettiamo a disposizione i documenti di bilancio approvati dalla recente Assemblea dei soci.

Sono scaricabili dal link a lato il Bilancio, la Nota Integrativa e la relazione del Revisore dei Conti. Di seguito invece il testo della Relazione del Consiglio di Amministrazione presentata ai soci in sede assembleare in accompagnamento della proposta di Bilancio.

 

Relazione del C.d.A.

Il risultato dell’esercizio 2008 presenta una perdita di15.671 euro, un valore poco superiore all’esercizio precedente (-14.204).  Esaminando le voci di bilancio si vede che la perdita è interamente dovuta all’accantonamento di un fondo svalutazione crediti per un valore di  17,800 euro che, aggiunti al residuo  rimasto dal precedente esercizio portano il valore di tale fondo a 19.000 €.  La necessità di effettuare tale accantonamento e di presentare quindi un bilancio in perdita nasce d due considerazioni: la prima è relativa all’andamento economico della gestione tipica della nostra società che mostra un saldo positivo di circa 4800 euro; la seconda è la necessità di proseguire nell’opera di consolidamento patrimoniale della cooperativa.

Nella Nota integrativa sono illustrate in dettaglio le voci che compongono le cifre di bilancio e si evince che il saldo tra costi e ricavi, al netto del fondo di svalutazione crediti e delle tasse, è positivo per 4.800 euro, il che indica che l’attività della cooperativa ha ormai raggiunto la sostenibilità economica. D’altra parte il massiccio contributo dei soci ha permesso di aumentare il capitale sociale a oltre 100.000 euro, rafforzando quindi lo stato patrimoniale della cooperativa. Dal momento della fondazione il capitale sociale della cooperativa è quindi triplicato; un risultato davvero significativo che conferma la bontà della scelta effettuata.
A fronte di questi risultati positivi il Consiglio di Amministrazione, in accordo con la società di revisione che certifica il nostro bilancio, ha deciso di procedere a una attenta revisione dei crediti esistenti verso clienti della cooperativa, rilevando l’esistenza di vecchi crediti ormai inesigibili.
Per consolidare ulteriormente lo stato patrimoniale si è quindi ritenuto opportuno proporre all’assemblea la costituzione di un fondo consistente che ci permetterà, durante questo anno, di chiudere le partite aperte ormai irrecuperabili.
L’obiettivo di questa operazione è quindi il consolidamento dello stato patrimoniale, fondamentale per poter sostenere  i nuovi investimenti necessari allo sviluppo di Altra Economia.

Per quanto riguarda l’attività tipica 
di Altra Economia occorre rilevare che il risultato di sostanziale pareggio dipende essenzialmente dalle attività di produzione di 
libri e di altri prodotti come il calendario, che hanno avuto particolare successo, e hanno permesso di compensare l’andamento sostanzialmente stagnante degli abbonamenti alla rivista. Altra Economia quindi non è più solo la rivista, che resta comunque il perno della nostra attività, ma diventa sempre più un’azienda la cui sostenibilità economica dipende dal complesso delle sue attività editoriali.
La difficoltà a conseguire un significativo aumento del numero di abbonati resta un punto di debolezza che dobbiamo affrontare, in modo da conseguire un equilibrio di bilancio meno precario, che consenta anche di adeguare in numero dei lavoratori (e i loro compensi) alle effettive esigenze della cooperativa e al suo ulteriore sviluppo.

Queste esigenze sono alla base della richiesta rivolta a Fondosviluppo SpA  di entrare a far parte della cooperativa come socio sovventore, apportando un capitale di 75.000 €.  Fondosviluppo ha accolto la nostra richiesta e attende ora l’approvazione del Regolamento di emissione del prestito per erogare il capitale. Questo apporto, assieme al capitale che arriverà dai nuovi soci che nel frattempo continuano a d aderire alla nostra società,  ci permetterà di affrontare gli investimenti necessari per l’attuazione del “piano di Sviluppo” che viene proposto alla discussione dei soci in questa stessa assemblea.

Per completare il quadro aggiungiamo alcune cifre relative alla diffusione della rivista, dei libri e alle altre iniziative di Altra economia nello scorso anno.
Nel 2008 sono state stampate circa 10.000 copie mensili della rivista; la diffusione è di circa 5.600 copie in abbonamento, 3.000 alle Botteghe del Commercio equo e altre 1000 copie tra vendite dirette e su strada.
Durante l’anno abbiamo prodotto 6 nuovi libri e 3 piccole guide. Particolare successo ha avuto il calendario, realizzato con il socio CTM-Altromercato, diffuso in oltre 7000 copie.
A dicembre abbiamo festeggiato la pubblicazione del numero 100 di Altreconomia inaugurando una nuova veste grafica della rivista che ora è ancora più ricca e bella.
Il sito internet è sempre più frequentato, con una media di 20.000 pagine scaricate giornalmente. Anch’esso è stato ammodernato a dicembre, migliorando sia la sezione delle notizie che quella della vendita online.
Grazie all’ottimo lavoro del direttore Pietro Raitano, della redazione e dei molti collaboratori esterni, la qualità dell’informazione che offriamo è sempre più apprezzata e spesso le nostre inchieste ed iniziative sono riprese da altri mezzi di informazione. Particolare successo ha avuto la campagna “Imbrocchiamola” alla quale ha aderito Legambiente e, ad essa collegata, la campagna per l’abolizione della pubblicità delle acque minerali in bottiglia. La “piccola guida al consumo critico dell’acqua” di Luca Martinelli è ormai un grosso successo editoriale, con oltre 20.000 copie vendute.
 La presenza di Altreconomia in incontri ed eventi su tutto il territorio nazionale continua a crescere, anche grazie all’impegno dei soci. Ricordiamo in particolare la Fiera “Fa la cosa giusta” di Milano, dove Altreconomia ha una grande visibilità grazie alla collaborazione con il socio  Cart’armata e la fiera “Quattro passi” di Treviso, organizzata dal socio “Pace e Sviluppo”
Altrettanto importanti sono le innumerevoli iniziative minori, dibattiti e presentazioni di libri cui abbiamo partecipato grazie alla grande disponibilità dei nostri redattori e all’impegno di Laura Anicio che, altre a curare la grafica delle nostre pubblicazioni trova il tempo per seguire e organizzare questi eventi.
Infine dobbiamo ricordare che senza il prezioso lavoro Francesco Vignarca e Silvia Leone, da quest’anno coadiuvati da Elena Rosini, che si occupano della gestione amministrativa, dei rapporti con gli abbonati, con i soci e con i nostri clienti, non riusciremmo semplicemente a sopravvivere.
A loro, ai soci e a tutti i lettori va il nostro ringraziamento.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia