Lose for life

Lose for life

Come salvare un paese in overdose da gioco d’azzardo A cura di Claudio Forleo e Giulia Migneco
ISBN 9788865162569

Prezzo: 7,9912,00

Svuota

192 pagine / 11×18 cm


Una rivoluzione culturale contro il gioco patologico e le mafie: buone politiche per la salute e la legalità.

Il gioco d’azzardo in Italia: una scommessa truccata. Un business da quasi 100 miliardi l’anno per migliaia di imprese e lavoratori, che sembra arricchire anche l’erario. Ma chi paga il drammatico conto sanitario, economico e sociale? Dietro il caleidoscopio di slot machine e lotterie si nasconde l’inferno delle dipendenze patologiche, la perdita del lavoro e della dignità, la rovina di intere famiglie.

Non solo: le mafie – fiutati i soldi facili dell’azzardo legalizzato – si sono infiltrate nel sistema. Un saggio attuale e autorevole, ricchissimo di dati, che grazie al contributo  di alcuni tra i maggiori esperti spiega, in modo semplice e concreto, che cos’è veramente il gioco d’azzardo e cosa si può fare per promuovere efficaci politiche di prevenzione (e plasmare un nuovo approccio culturale), a partire dai territori e dalle esperienze locali.

Lose for life” è un progetto di Avviso Pubblico, associazione nazionale degli Enti Locali e delle Regioni per la formazione civile contro le mafie, con il Master in “Analisi prevenzione e contrasto della criminalità organizzata e della corruzione” dell’Università di Pisa.

Recensioni

Gian Antonio Stella, Corriere della Sera, settembre 2017
Serena Uccello, Il sole 24 ore, settembre 2017
Radio 24, I funamboli, settembre 2017
L’Espresso, Gioco d’azzardo un miliardo al mese, marzo 2018
Redattore sociale, 10 Libri sociali

Gli autori

Claudio Forleo

Giornalista professionista dal 2010, iscritto all'ODG del Lazio dal 2007. Dall'ottobre del 2015 nello staff di AVVISO PUBBLICO - Enti locali e Regioni per la formazione civile contro le mafie, in qualità di addetto stampa e collaboratore dell'Osservatorio Parlamentare.

Giulia Migneco

Responsabile Ufficio stampa di Avviso Pubblico. Ha lavorato per alcuni anni come Social Media e Community Manager presso il Gruppo Editoriale L'Espresso. Ha inoltre collaborato con la Telemaco realizzando diversi documentari d'inchiesta, tra cui 'Berlusconi, la genesi' e 'Sequestro Moro. Sentenza di morte'.