Un Paese senza politica

"La legge elettorale prevista sacrifica la rappresentatività a favore di una governabilità fondata sull’accentramento del potere nelle mani di chi non ha il consenso reale della maggioranza dei cittadini". Il commento di Roberto Mancini sull’Italicum, un prodotto del governo delle “larghe intese” -prima di Letta, ora di Renzi- che "si fonda sulla noncuranza verso la volontà degli elettori, sulle convenienze dei leaders del momento e sulla sudditanza verso i mercati". Dal numero 158 di Altreconomia