Ambiente / Opinioni

La scienza del clima e l’orchestra di Jannacci

In estate è stata lanciata una imbarazzante petizione che nega la responsabilità umana nel riscaldamento globale. La reazione degli esperti non si è fatta attendere. Ma come è possibile che uomini di scienza abbiano sottoscritto un testo contenente tanti errori e falsità, con molti dei soliti vecchi argomenti del negazionismo climatico? La rubrica del prof. Stefano Caserini

Tratto da Altreconomia 218 — Settembre 2019
© Photo by Agustín Lautaro on Unsplash
In estate è stata lanciata una imbarazzante petizione che nega la responsabilità umana nel riscaldamento globale. La reazione degli esperti non si è fatta attendere. Ma come è possibile che uomini di scienza abbiano sottoscritto un testo contenente tanti errori e falsità, con molti dei soliti vecchi argomenti del negazionismo climatico? La rubrica del prof. Stefano CaseriniTo access this post, you must purchase Abbonamento annuale Ae + Mosaico di Pace, Abbonamento annuale Ae + Azione non violenta, Abbonamento annuale Ae...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia