Il filo di canapa

L'eco-pianta del futuro di Chiara Spadaro
ISBN 9788865161913

Prezzo: 4,998,00

Svuota

128 pagine / 11×16 cm / 2016


Tutti i segreti della cannabis: cucina, abiti, bioedilizia, ecocosmesi e terapie naturali

La cannabis è infatti una risorsa straordinaria: una pianta che combatte il climate change, cresce senza chimica e “sequestra” più C02 di un bosco. I suoi semi e il suo olio sono veri superalimenti, tra i più ricchi di proteine e preziosi nutrienti.La canapa è “costruttiva”, un mattone perfetto per una casa in bioedilizia. La sua fibra si trasforma in tessuti sani, resistenti e sostenibili. I suoi princìpi possono lenire il dolore di gravi malattie e curarne altre.

A partire da questo libro, Altreconomia ha pubblicato il saggio: “Canapa revolution“, sempre a firma di Chiara Spadaro, che può esserne considerato una edizione aggiornata e ampliata.

Rassegna stampa

giallozafferano.it, Grissini alla canapa sativa, blog Timo e lenticchie

•  Cannabis gli effetti sulla salute, Donna Moderna

Donna Moderna – Scarica QUI il pdf dell’articolo

• “Il Venerdì di Repubblica” – Scarica QUI il pdf dell’articolo

Marie Claire – Scarica QUI il pdf dell’articolo

• Ascolta QUI l’intervista di Chiara Spadaro a Radio Articolo 1

ovunque_6
Dal minuto 00:58:08, intervista a Chiara Spadaro, Ovunque 6, Rai Radio 2

Gli autori

Chiara Spadaro

Laureata in Antropologia culturale, da dieci anni scrive per il mensile Altreconomia, occupandosi principalmente di tematiche ambientali e socio-culturali. È autrice di numerosi libri, tutti pubblicati da Altreconomia edizioni: l'ultimo è “Canapa revolution. Tutto quello che c'è da sapere sulla cannabis” (2018). Il libro “Adesso pasta!” (Altreconomia, 2011) è stato insignito nel 2013 del premio del Museo nazionale delle paste alimentari. Nel 2015 ha vinto il premio per giovani giornalisti Massimiliano Goattin con il progetto “Cemento Arricchito”: un’inchiesta sulle grandi opere e le resistenze ambientali in Veneto. Nel 2013 ha ricevuto i premi di giornalismo Penna d'oca, Alfio Menegazzo e l'Agricoltura civica award.