Cultura e scienza / Recensioni

La pagina dei librai (da Altreconomia 205)

Le recensioni di questo numero sono a cura di Alex Josef Marcolla e Gianluca Tugnoli, titolari della libreria Ulisse di Bologna. Che quest’anno festeggia i primi 25 anni di attività

Tratto da Altreconomia 205 — Giugno 2018

La libreria Ulisse nasce nel 1993 , questo è il 25 anno di attività. Situata nella prima periferia di Bologna, è aperta con orario continuato dalle 10 alle 21 anche la domenica per rendere accessibile a tutti il catalogo a disposizione della clientela, ricco di circa 28mila titoli. Narrativa, classici, saggistica, specializzata in viaggi, fotografia e libri per ragazzi.

Romanzo
Viaggio interiore di un’aviatrice
Tam Edgeworth, aviatrice durante la Seconda guerra mondiale, si ritrova bloccata dalla nebbia sull’isola di Terranova. Il momento giusto per fare i conti con la propria vita precedente: un uomo che ha amato (Niall Riordan), il fratello più giovane di lui (Kieran) e Kenneth Lochhead che l’accompagnerà nel suo confronto con una memoria fatta di guerra, passione, perdita e ricerca di un’identità personale e di un posto in cui stare al mondo. Un lungo e urticante scavo nell’esistenza di una donna, il ritratto di una generazione e di un’epoca che ha smarrito le proprie radici nella forsennata ricerca di una felicità che ora sembra venire meno e, allo stesso tempo, una potente e intima riflessione su ciò che può ancora significare essere liberi oggi.  Il Canada ci ha abituati da molti anni a grandi scrittrici: Jane Urquhart, poco conosciuta in Italia merita un posto accanto a loro nella nostra immaginazione di lettori.

Le fasi notturne, Jane Urquhart, Edizioni Nutrimenti, pp. 366, euro 19,00

Racconti
Giovani donne  in viaggio
Asciutti, laconici, spietati:  così sono i racconti che Judith Hermann ha raccolto in questo suo secondo libro.  Giovani donne che si muovono nel mondo ne sono le protagoniste: dai deserti del continente americano a una Praga lontana da ogni immagine folcloristica, da una desolata Islanda a Venezia, le protagoniste si riflettono in un quotidiano viaggiare fatto di attese e silenzi, sottintesi e spaesamenti che sono la condizione esistenziale del mondo contemporaneo e nel confronto con l’altro finiscono con il subire disagi e sconfitte che si traducono nell’incapacità diffusa del vivere oggi. Hermann ci introduce in un universo di insicurezza e solitudine che inquieta i lettori e incontra il reale. Aspettando che esca in Italia il suo primo romanzo, rileggiamo i suoi racconti per fare i conti con il mondo in cui siamo immersi.

Nient’altro che fantasmi, Judith Hermann, Edizioni Socrates, pp. 216, euro 13,50

Antologia
Le inedite poesie di Agota Kristof
“Ogni mia mossa è inutile”. Inizia così “Da anni ormai”, una delle implacabili poesie di Agota Kristof riunite in un’antologia disponibile ora per i lettori italiani. Ci aveva abituati ai suoi personaggi e ai suoi paesaggi stranianti, ci aveva raccontato le crudeltà dell’infanzia, la solitudine straziante dell’esilio, l’incapacità di pensare una identità sfigurata da una vita fatta di fughe e dolorose abitudini. Tutto questo avevamo trovato negli scritti di Agota Kristof. Ora la ritroviamo in queste poesie di disarmante lucidità e feroce disillusione, parole che corteggiano la realtà dichiarando apertamente la propria sconfitta e  affermando l’impossibilità della parola di afferrare quel nodo che rende impossibile a tutti anche una semplice briciola di felicità. Nulla aggiungono questi versi a ciò che Kristof aveva già scritto, eppure è difficile staccarsi da questo suo periodare secco e impietoso, che ci fa rimpiangere l’assenza oggi di quella sua voce così scarna.

Chiodi, Agota  Kristof , Edizioni Casagrande, pp. 112, euro 16,00

© riproduzione riservata

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia