Cultura e scienza / Recensioni

La pagina dei librai (da Altreconomia 218)

Le recensioni di questo numero sono a cura delle libraie di “Il Mosaico libreria per ragazzi”, piccola libreria indipendente di Imola (BO)

Tratto da Altreconomia 218 — Settembre 2019
@ pagina Facebook della libreria "Il Mosaico"

L’avventura della libreria indipendente “Il Mosaico” di Imola (BO) nasce nel 2012.  Una libreria per bambini e ragazzi, che ospita laboratori e letture a voce alta, una libreria accogliente e divertente, una libreria rispettosa del mondo dell’infanzia, una libreria che accoglie i progetti “Nati per leggere” e “Nati per la musica”.

In fuga dal pericolo
Accoglienza e condivisione
Il racconto per bambini “Dalla finestra” si apre con Grande Cervo che si trova tranquillo dentro la sua casetta intento ad ammirare il paesaggio. All’improvviso arriva Coniglio, affannato e in cerca di un rifugio per salvarsi dall’apparente inseguimento di un lupo. Grande Cervo lo accoglie con calore e così fa anche con Maialino e Orsetto che chiedono il suo aiuto allo stesso modo. Possibile però che sia tutto un gioco o uno scherzo? Un finale a sorpresa per una storia divertente che affronta il tema dell’accoglienza e della condivisione. Un racconto di Emile Jadoul, autore e illustratore belga famoso e per le storie ricche di animali e illustrate con un tratto infantile nel quale per i bambini è facile immedesimarsi. Il racconto è edito da “Pulce”, casa editrice emiliano-romagnola nata nel dicembre 2018 ma che già offre un ricco catalogo ai suoi piccoli lettori.

Dalla finestra, Emile Jadoul, Pulce edizioni, euro 10

Inno alla libertà
La fata che voleva essere una strega
Rosmarino è una fata a tutti gli effetti: ha una bacchetta magica, un vestito ben cucito e uno splendido cappello a punta. Rosmarino però si annoia, vorrebbe andare sui pattini a rotelle o a fare un giro in barca. Ma è vietato dal regolamento delle fate. Allora che fare? Molto meglio essere una strega! E Rosmarino lo dice con forza pestando i piedi: “Io sono una strega!”. “Rosmarino” è un inno alla libertà, al libero arbitrio, al desiderio di essere se stessi, anche se questo implica dover fare delle scelte radicali. La piccola fata si ribella perché per crescere e per trovare la sua identità ha bisogno di rompere gli schemi, di fare il contrario di quello che le dice la madre. Per poi tornare al punto di partenza, ma in modo nuovo, con indosso i propri panni. Che siano da strega o da fata poco importa, l’importante è che siano di Rosmarino.

Rosmarino, Brigitte Minne, Carll Cneut, Topipittori, euro 24

Graphic novel
Amori adolescenti e fantascienza
Lorenzo Ghetti ci porta in un futuro (neanche troppo lontano) dove si può vivere virtualmente grazie alla “Tuta ScOut” che permette, a chi la indossa di essere fisicamente presente ovunque desideri. Lido -l’adolescente protagonista di questa storia- è un sedicenne tranquillo e riflessivo, che ama leggere romanzi di fantascienza e ha una passione per i giochi di ruolo. E, a differenza di tutti i suoi amici, non ha nessuna intenzione di indossare questa tuta. Ma tutte le sue certezze vacillano quando conosce la nuova compagna di classe: Mobi. Una ragazza estroversa, invadente e lontana centinaia di chilometri. Che frequenta le lezioni proprio grazie a una “Tuta ScOut”.
Un graphic novel interessante, dove ci si interroga su quanto l’essere presenti virtualmente possa coincidere con l’esserlo fisicamente o meno, in un universo dove tutto si smaterializza, dove trovarsi è facile quanto perdersi.

Dove non sei tu, Lorenzo Ghetti, Fandango editore, 18,50 euro

© riproduzione riservata

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia