Diritti / Reportage

Il piano rivoluzionario in Messico per combattere il cibo spazzatura

Il parlamento dello Stato di Oaxaca ha vietato la vendita di bibite e alimenti ad alto contenuto calorico ai minori d’età. L’iniziativa colpisce le multinazionali del settore in un Paese in cui aumentano le malattie causate dall’uso del junk food

Tratto da Altreconomia 232 — Dicembre 2020
Secondo un’inchiesta realizzata dall’Istituto nazionale di statistica e geografia, in Messico l’83,3% dei bambini tra uno e quattro anni consuma bevande zuccherate © María Ruiz
Il parlamento dello Stato di Oaxaca ha vietato la vendita di bibite e alimenti ad alto contenuto calorico ai minori d’età. L’iniziativa colpisce le multinazionali del settore in un Paese in cui aumentano le malattie causate dall’uso del junk food To access this post, you must purchase Annuale con Mosaico di Pace, Annuale con Azione non violenta, Annuale con Gaia, Annuale con Nigrizia, Annuale "Amico" di Altreconomia, Annuale estero carta + digitale, Biennale carta + digitale, Trimestrale carta + digitale,...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia