Altre Economie / Reportage

Luppolo italiano e solidale per una birra artigianale e bio

Alle porte di Milano, la rete “Fuorimercato” ha iniziato a prendersi cura di un piccolo appezzamento per dar vita a una coltivazione e dare lavoro a persone fragili o a rischio esclusione. Coinvolti agronomi, birrai e migranti

Tratto da Altreconomia 205 — Giugno 2018
Fares uno dei lavoratori impiegati nel luppoleto solidale di “Fuorimercato”.

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia