Cultura e scienza / Intervista

Paolo Rumiz. Il filo per ricostruire l’Europa

Con il suo ultimo “Il filo infinito”, lo scrittore racconta l’opera dei benedettini, custodi di una cultura millenaria che resistettero all’abbandono. Una ricerca per provare a risollevarci

Tratto da Altreconomia 216 — Giugno 2019
Paolo Rumiz - © Luigi Ottani

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia