Diritti

Il gip smonta gli arresti, operazione bufala?

La vicenda degli otto cosiddetti nomadi arrestati due giorni fa con l’accusa di avere obbligato i figli a compiere furti nelle abitazioni, si sta rivelando una vicenda tremenda. Il gip ha annullato due dei fermi e demolito le motivazioni addotte…

La vicenda degli otto cosiddetti nomadi arrestati due giorni fa con l’accusa di avere obbligato i figli a compiere furti nelle abitazioni, si sta rivelando una vicenda tremenda. Il gip ha annullato due dei fermi e demolito le motivazioni addotte dalle forze di polizia, che avevano esibito l’operazione, commentandola con toni in perfetta sintonia con il clima xenofobo di queste settimane, sostenendo in sostanza di avere compiuto un’operazione umanitaria, sottraendo dei minori a genitori e altri adulti crudeli. Hanno parlato anche di abusi sessuali. Per il gip c’è stata una sorta di manipolazione da parte delle forze di sicurezza.
Il gip sostiene poi che “il delicato istituto del fermo è stato piegato ad altri fini, tutti gravemente lesivi delle regole, anche costituzionali, che presiedono la libertà personale“. Un attacco fortissimo.

Il gruppo Everyone, che si occupa di diritti umani e tutela dei rom, già prima che il gip intervenisse aveva espresso fortissimi dubbi sull’operazione e sul modo scelto dai media per riferirne. I dubbi sembrano fondati. Ora si aggiunge la valutazione del gip. Per i cronisti, i giornali, le tv che hanno riferito acriticamente la versione della polizia, non sarebbe il caso di dare qualche spiegazione? Di scavare un pochino di più? Si sentire anche l’altra campana?

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia