Diritti / Approfondimento

Ecco come si viaggia in “crociera”. Il racconto di chi soccorre i migranti

Giovanna Scaccabarozzi, medico, ha affrontato ogni genere di urgenza sulle navi Ong: complicanze ostetriche, fratture di femori non trattate per mesi, violenze, ferite da arma da fuoco, tortura. Unico denominatore comune: la Libia

Tratto da Altreconomia 207 — Settembre 2018
© Twitter Open Arms

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia