Interni / Attualità

Così è cambiato il consumo di stupefacenti. E l’Italia è impreparata

Con un impianto normativo di trent’anni fa, il nostro Paese si ritrova un sistema di intervento superato dall’evoluzione delle sostanze. E un’offerta sempre più ricca, variegata e a prezzi accessibili trova nuove piazze sul web
Tratto da Altreconomia 203 — Aprile 2018
OxyContin
"Più del 50% dei ragazzi che abbiamo in trattamento ha usato ossicodone: un farmaco oppioide, molto potente, che solitamente viene prescritto per la terapia del dolore. I ragazzi che lo usano come stupefacente ne sentono subito l’effetto: produce una profonda sedazione, ma con il tempo il farmaco induce una dipendenza che, in genere, porta all’assunzione di eroina”. Roberta Balestra, direttore del dipartimento dipendenze dell’Azienda sanitaria universitaria integrata di Trieste, guarda al mondo delle dipendenze da un osservatorio privilegiato. In città,...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia