Cultura e scienza / Approfondimento

Buio in strada: così il cinema si riprende lo spazio nelle città

Mentre le 1.204 sale cinematografiche italiane continuano a perdere spettatori, si moltiplicano le iniziative per organizzare proiezioni in spazi insoliti: parchi, centri commerciali, quartieri popolari. Senza biglietto e in modo partecipativo

Tratto da Altreconomia 206 — Luglio/Agosto 2018
“Scendi c’è il cinema”: dal 2012 proiezioni di film nei cortili dei caseggiati popolari della zona 6 di Milano © Dullio Piaggesi

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia