Bosnia, ex comandante musulmano imputato al Tpi

L'AJA, 6 ottobre 2004  – E' il primo militare musulmano-bosniaco incriminato al Tribunale penale internazionale per fatti avvenuti nella regione di Srebrenica, tristemente famosa per i massacri compiuti dalle milizie serbo-bosniache.

Naser Oric, oggi trentasettenne, fra il 1992 e il 1993 era il comandamte delle forze musulmano-bosniache nell'area di Srebrenica, cittadina sotto la teorica protezione dell'Onu. Oric è accusato di crimini di guerra contro la popolazione civile serba. da tempo ha annunciato l'intenzione di dichiararsi non colpevole. In Bosnia fra la popolazione musulmana è considerato un eroe per essersi battuto contro quelle milizieche nel 1995 avrebbero ucciso almeno settemila civili musulmani, occupando la cittadina presidiata da un piccolo contingente di caschi blu dlel'Onu.Oric è accusato in particolare di aver ''pianificato, istigato e ordinato'' una serie di delitti, fra i quali ''omicidi, trattamenti crudeli, saccheggi e distruzioni di proprietà pubbliche e private''. Nelle imputazioni lette  al Tpi dal procuratore Jan Wubben, Oric è ritenuto ''un giovane comandante divenuto un signore della guerra. Accettando il proprio ruolo di comandante – ha detto fra l'altro Wubben –  ha accumulato autorità e potere, e sotto la sua guida sono stati compiuti crimini di guerra''. L'avvocato difensore, John Jones, ha invece detto che Oric si ''è battuto come un leone'', sottolineando che l'imputato è considerato un eroe da molti sopravvissuti del massacro di Srebrenica, dove nel luglio del 1995 le forze serbe uccisero in modo sommario piu' di 7 mila musulmani.Il sito del Tribunale penale internazionale per la ex Yugoslavia, con notizie aggiornate sui procedimenti aperti e contributi audio-video www.un.org/icty/www.amnesty.itIl sito della sezione italiana di Amnesty International, con link alle principali istituzioni che si occupano di diritti umani e giustizia internazionalewww.misna.orgL'agenzia missionaria disponibile solo on line. Garantisce un servizio quotidiano con notizie provenienti da tutto il mondo, incluse molte aree dimenticate o poco coperte dalle agenzie ufficiali

Newsletter

Ogni settimana l'informazione indipendente di Altreconomia