Cultura e scienza / Intervista

Arnaldo Benini. Viaggio nel tempo

Secondo il neurochirurgo e neurologo, che ha insegnato all’Università di Zurigo, “non è corretto parlare di ‘percezione’ del tempo”, perché esiste ed è dentro di noi. E la simultaneità è un’illusione. Ci rendiamo conto di cosa accade dopo mezzo secondo
Tratto da Altreconomia 192 — Aprile 2017
Arnaldo Benini, professore emerito di neurochirurgia e neurologia presso l’Università di Zurigo
Arnaldo Benini, professore emerito di neurochirurgia e neurologia presso l’Università di Zurigo
"Il tempo esiste. È dentro di noi, e non possiamo cancellarlo, altrimenti si cancella il senso stesso dell’esistenza. Il tempo è una categoria fondamentale della vita”. Arnaldo Benini è professore emerito di neurochirurgia e neurologia presso l’Università di Zurigo. Collabora alle pagine di scienza e filosofia dell’edizione domenicale del Sole 24Ore e ha passato una vita a studiare (e curare) il cervello umano. Il suo ultimo saggio, “Neurobiologia del tempo” (Raffaello Cortina, 14 euro), è una perla di divulgazione scientifica che spazia...

Per accedere a questo contenuto abbonati o acquista la rivista in digitale


Hai già acquistato la rivista o sei abbonato? Accedi per usufruire dei contenuti.

Newsletter

Iscriviti e ricevi la newsletter settimanale di Altreconomia